Decreto Agosto | le tasse sospese nel lockdown spalmate su 2 anni

Pronta la bozza del Decreto Agosto che al suo interno racchiuderà alcuni importanti provvedimenti in materio di tasse. Cosa prevede la manovra.

Decreto Agosto
Cosa prevede la bozza del Decreto Agosto Foto dal web

La nuova bozza del Decreto Agosto prevede un saldo delle tasse sospese durante il periodo della quarantena da spalmare entro due anni con rate previste in numero di 24, quindi una al mese.

LEGGI ANCHE –> Covid oggi | l’OMS | ‘Ora bambini 7 volte più colpiti dal virus’

Tale periodo prenderà il posto di quanto previsto in origine, che prevedeva un termine ultimo fissato entro fine 2020. Il Decreto Agosto prevede questo in una sua bozza, ma resterà il primo pagamento che dovrà invece essere compiuto entro il prossimo 16 settembre. Inoltre sono previsti anche degli aiuti concreti per aiutare il turismo, con un esonero per massimo tre mesi del versamento dei contributi “anche ad assunzioni a tempo determinato o con contratto di lavoro stagionale nei settori del turismo e degli stabilimenti termali”. Qualora poi si passi ad una assunzione a tempo indeterminato entrerebbe in gioco una decontribuzione per un periodo di 6 mesi (che però non riguarderà i contribuiti Inail, n.d.r.) con tetto massimo a 8.060 euro annui su base mensile.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

LEGGI ANCHE –> Comitato tecnico scientifico | ‘A marzo appelli inascoltati in Lombardia’

Decreto Agosto, gli altri provvedimenti previsti

Poi ci sono 400 milioni di euro che serviranno per rilanciare il trasporto pubblico a livello locale, ed ancora, ulteriori fondi per il bonus baby sitter a vantaggio dei lavoratori dl settore sanitario. Questi fondi verranno spostati dalle risorse non impiegate per i lavoratori domestici ed ammonteranno a 236,6 milioni di euro. Ma contestualmente calerà il bonus colf e badanti, da 460 a 291 mln. Per finire riceveranno soccorso gli enti locali per ulteriori 1670 euro. Di questi, 1220 avranno il compito primario di fare risollevare i Comuni. Il resto invece verrà stanziato per dare ausilio a città metropolitane e province.

LEGGI ANCHE –> Seconda ondata | il Governo ha più di un piano | le mosse previste