Alberto Tomba, che fine ha fatto l’ex campione del mondo di Sci?

0
6

Alberto Tomba è il più forte sciatore italiano ed uno dei più forti del mondo di tutti i tempi. Scopriamo che fine ha fatto dopo essersi ritirato.

Nato a Bologna nel 1966, Alberto Tomba dimostra sin da ragazzino di avere un talento fuori dal comune. A soli 17 anni entra a far parte del circuito agonistico di Sci, partendo dalla squadra C2 in Coppa Europa. Nel giro di soli due anni entra a far parte della nazionale maggiore e partecipa alle prime gare in Coppa del Mondo. Dopo un solo anno nei professionisti, Tomba si conquista il primo podio nella Coppa del Mondo con il secondo posto in Alta Badia. Quello è solo l’inizio di una carriera stratosferica che lo vedrà arrivare a diventare lo sciatore più forte del mondo.

Leggi anche ->Iturbe, che fine ha fatto l’ex attaccante della Roma?

Nella sua lunghissima carriera, Alberto Tomba ha vinto 51 gare e ottenuto 88 podi nella Coppa del Mondo. Si è laureato campione del mondo di specialità Slalom Gigante nel ’88, ’91, ’92 e ’95, di Slalom Speciale nel ’88, ’92, ’94 e ’95 e campione del Mondo assoluto nel 1995. Lo sciatore italiano è quarto assoluto per numero di vittorie nella Coppa del Mondo ed è stato campione italiano in ben 11 occasioni. Tomba ha conquistato l’oro olimpico in Slalom Gigante sia a Calgary ’88 che a Albertville ’92 ed è l’unico sciatore della storia ad essere riuscito a confermarsi in due edizioni consecutive. Nella prima olimpiade ha conquistato un oro anche in Slalom Speciale. Si è ritirato dalle competizioni nel 1999.

Leggi anche ->Federico Macheda, che fine ha fatto l’ex Manchester United?

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Cosa fa oggi Alberto Tomba

In seguito al ritiro dal mondo professionistico, Alberto Tomba ha vissuto una breve parentesi attoriale in ‘Alex l’ariete‘, serie che però non ha riscosso un grande successo. Ad inizi anni 2000 è stato spesso ospite in diversi programmi televisivi, ma con il passare del tempo la sua presenza si è andata diradando. Nel 2006 è stato scelto come testimonial dei giochi invernali di Torino 2006 e nel 2014 come sostenitore della candidatura di Peyongchang. Sempre nel 2014 è stato commentatore dei giochi invernali di Sochi per Sky Sport. Appassionato di vino,  nella vita di tutti i giorni Alberto è diventato un degustatore e produttore.