Federico Macheda, che fine ha fatto l’ex Manchester United?

Una storia davvero incredibile per l’ex attaccante del Manchester United, Federico Macheda, che si è ritrovato in poco tempo a girovagare per l’Europa

Federico Macheda

Arrivarci è ‘facile’, il difficile è restarci. Così si può spiegare la storia dell’attaccante italiano, Federico Macheda, arrivato nel calcio che conta con la maglia del Manchester United mettendo a segno anche ben quattro gol con i “Red Devils” in Premier League. Classe 1991, nasce a Roma dove cresce insieme alla famiglia a Ponte di Nona. Veste la maglia della Lazio nel settore giovanile biancoceleste fino al 2007 per poi firmare un contratto da 65mila euro con il Manchester United. All’inizio il suo trasferimento in Inghilterra suscita numerose polemiche, ma il giovane Federico continua a studiare nella città inglese. Prosegue il suo percorso arrivando nella formazione Under-18 facendo subito gol al debutto. Dopo la prima stagione finisce con dodici reti complessive arrivando anche all’esordio nella Squadra Riverse guidata da Ole Gunnar Solskjær. La storia regala così colpi di scena davvero entusiasmanti.

All’età di 17 anni Sir Alex Ferguson lo manda in campo il 5 aprile 2009 contro l’Aston Villa al posto del portoghese Nani nei quindici minuti finali. E, proprio in extremis, lo stesso centravanti italiano riesce a far esplodere di gioia i tifosi mettendo a segno il gol vittoria rientrando successivamente anche tra i convocati per i quarti di finale di Champions League contro il Porto. Il suo periodo è davvero positivo e brillante con il secondo gol alla seconda partita con il Manchester United. Dopo un finale di stagione da protagonista l’anno successivo fa anche il suo esordio in Champions League contro il CSKA Mosca. A poco a poco, però, l’attaccante italiano non riesce a trovare tanto spazio nella stagione 2010-2011 e così pensa di tornare in Serie A alla Sampdoria. In maglia blucerchiata non riesce ad incidere con il club italiano che viene anche retrocesso in Serie B: per lui soltanto la gioia personale in Coppa Italia.

Leggi anche–> Calcio sotto choc, colpito da un fulmine durante il riscaldamento

LEGGI ANCHE –> Mario Corso è morto, calcio in lutto per la scomparsa del “Piede sinistro di Dio”

Federico Macheda, le curiosità sulla carriera

Dal 2011 inizia così il suo lungo percorso in giro per l’Europa tornando prima al Manchester United dopo il prestito in Italia. Poi vola nel gennaio 2012 al QPR senza trovare fortuna per poi tornare un’altra volta con i “Red Devils”. Nel gennaio 2013 passa in prestito al club tedesco dello Stoccarda senza realizzare un gol dopo 18 presenze complessive. E così decide di scendere di categoria andando al Doncaster Rovers dopo arrivano i primi nuovi gol: poi al Birmingham City ritrova fiducia con dieci reti in 18 partite complessive.

Dopo il contratto terminato con il Manchester, lo stesso attaccante italiano firma un triennale con il Cardiff City: così alla prima stagione è protagonista con sei marcature in 21 partite, ma non riesce a trovare pace: al termine dell’agosto 2016 risolve il suo vincolo contrattuale. Nel dicembre successivo trova così una nuova sistemazione in Italia con il Novara: così in quasi due stagioni mette a segno undici gol con la compagine di Serie B.

Successivamente si svincola nuovamente per poi firmare con il Panathīnaïkos, dove trova la sua oasi felice con 25 gol in due stagioni con il club greco.

Federico Macheda