Perugia, neonato positivo al Coronavirus ricoverato in ospedale

Un neonato di 14 giorni è stato ricoverato al Santa Maria della Misericordia di Perugia dopo essere risultato positivo al Coronavirus. 

Quella che sembrava una semplice febbre era in realtà la spia del contagio da Coronavirus. E’ così che, dopo essere risultato positivo al Covid-19, un neonato di appena 14 giorni è stato ricoverato all’ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia. Il piccolo non presenta al momento sintomi particolari, secondo quanto si apprende dal nosocomio. Assieme a lui c’è la madre, a sua volta positiva al Coronavirus ma asintomatica.

Leggi anche –> Coronavirus, Galli sicuro: “In Italia ci sono molti casi sommersi”

Leggi anche –> Coronavirus 1 agosto: superata la soglia dei 200mila guariti 

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Il neonato in isolamento con la mamma

Il neonato aveva avuto nei giorni scorsi un po’ di febbre, poi passata, e si trova ora in isolamento con la mamma, originaria di un Paese extraeuropeo, dopo il trasferimento a Perugia da Terni. Sono due dei sei nuovi positivi segnalati in Umbria nell’ultimo giorno.

Tra gli altri soggetti contagiati c’è una giovane sottoposta al tampone presso il distretto di Spoleto dell’Usl 2 e tornata nel luogo di residenza dopo qualche giorno al mare. Gli altri tre casi sono stati rilevati nel comune di Passignano sul Trasimeno dove una positività era già emersa ieri (sono tutti in isolamento contumaciale).

Le autorità locali, sulla scorta delle ultime novità, raccomandano ai gestori di tutte le attività di “rafforzare i controlli di vigilanza all’interno e all’esterno al fine di evitare il formarsi di assembramenti, anche in numero ridotto”, e invitano “l’utenza al rispetto del distanziamento sociale e a indossare la mascherina anche all’esterno in maniera corretta”.

Leggi anche –> Coronavirus, Speranza blocca Trenitalia: ripristinato distanziamento 

Leggi anche –> Coronavirus, allarme dell’Iss: “Nuovo boom di casi in 8 regioni”

EDS

neonata morta