Coronavirus, Crisanti: “Possibile nuova ondata a fine agosto”

Altre possibili novità in vista per quanto riguarda il Coronavirus con dichiarazioni del professor Andrea Crisanti in una lunga intervista ai microfoni de “Il Messaggero”

Il Coronavirus continua ad essere presente in Italia con i casi positivi che stanno aumentando nuovamente a poco a poco. Così sono arrivate nuove dichiarazioni dal professor Andrea Crisanti, ordinario di microbiologia all’Università di Padova, che ha svelato il suo punto di vista ai microfoni de “Il Messaggero”: “Vedendo ciò che sta accadendo all’interno dei Paesi confinanti, potrebbe esserci una nuova ondata già a fine agosto e non a ottobre-novembre”. I contagi in Francia e in Spagna stanno crescendo a dismisura, soprattutto in Catalogna: “Forse non stiamo effettuando i tamponi alle persone giuste. Ma non voglio per forza essere pessimista: forse saremo più bravi ad isolare i focolai”.

Leggi anche–> Coronavirus, multa per cinque ragazzi: in auto senza mascherine

LEGGI ANCHE –> Mel Gibson, la rivelazione dopo mesi: “Ha avuto il Coronavirus”

Coronavirus, il punto di vista del prof. Crisanti

Così il professor è tornato a ribadire un concetto davvero interessante per ciò che potrebbe accadere nelle prossime settimane: “Le cose sono due: o ti chiudi dentro una bolla, ma è impossibile, oppure si potrebbe fare un investimento davvero importante sull’informatica e sui macchinari per fare tamponi. La tecnologia può risultare decisiva per chi arriva con il virus: potrebbe essere spesi tanti milioni, ma ricordiamoci quando ci è costato il lockdown“. Il professor Crisanti predica tanta calma consigliando anche le prossime mosse da fare.