Serena Mollicone storia | ‘Uccisa in Caserma’ | in 5 a giudizio nel 2021

Processo Serena Mollicone storia. La lunga vicenda che riguarda la morte della 18enne avvenuta nel 2001 presenta nuovi sviluppi. Imputati dei carabinieri.

Serena Mollicone storia
Rinvii a giudizio Serena Mollicone storia Foto dal web

Colpo di scena nella ormai quasi ventennale vicenda di Serena Mollicone, la cui storia è stata costellata di tentativi di insabbiamento e silenzi. Più volte le indagini erano giunte anche ad un punto morto ed è solo grazie alla caparbietà del papà della ragazza uccisa il 1° giugno 2001 che poi la lotta per scoprire la verità è ripresa.

LEGGI ANCHE –> Omicidio Mollicone, processo: le parole choc del carabiniere suicida

Tra l’altro il povero Guglielmo Mollicone è scomparso proprio a poche ore di distanza dal 19° anniversario della morte di sua figlia, dopo mesi di ricovero legati ad un malore avuto nello scorso autunno. La vicenda è ormai ben nota: la 18enne Serena morì ad Arce, in provincia di Frosinone. Ed ora arriva il rinvio a giudizio per i cinque imputati che dovranno presenziare in Corte d’Assise all’inizio del prossimo anno. Verranno giudicati il 15 gennaio 2021 l’ex maresciallo della stazione dei carabinieri di Arce, Franco Mottola, suo figlio Marco e sua moglie Annamaria. Poi anche il maresciallo Vincenzo Quatrale. Per tutti loro c’è da rispondere dell’accusa di concorso in omicidio, con Quatrale accusato anche di istigazione al suicidio.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

LEGGI ANCHE –> Serena Mollicone, l’ex maresciallo Mottola rompe il silenzio

Serena Mollicone storia, cosa avvenne il 1° giugno 2001

Questo in relazione alla morte di Santino Tuzi, brigadiere che si tolse la vita, si pensa proprio in relazione alla storia di Serena Mollicone. Il quinto indagato è Francesco Suprano, appuntato accusato di favoreggiamento. L’Arma dei carabinieri ha fatto sapere di volersi costituire parte civile nel procedimento in tribunale. Il cadavere di Serena venne rinvenuto due giorni dopo il delitto, nei pressi di un cumulo di spazzatura vicino ad un bosco. Il padre ne denunciò la scomparsa ai carabinieri. Il corpo della giovane presentava del nastro adesivo e del fil di ferro a polsi e caviglie. Inoltre aveva la testa ricoperta da un sacco di plastica. La ragazza avrebbe scoperto che il figlio di Mottola sarebbe stato implicato in un giro di spaccio di droga. E l’omicidio sarebbe avvenuto in caserma ad Arce, secondo alcuni indizi ritrovati anche tempo dopo.

LEGGI ANCHE –> Serena Mollicone Le Iene | testimone inchioda Marco Mottola