Home News Nuovo farmaco capace di aggredire il cancro a polmoni e pancreas

Nuovo farmaco capace di aggredire il cancro a polmoni e pancreas

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:27
CONDIVIDI

Un gruppo di ricercatori ha utilizzato un inibitore del gene KrasG12C, presente nelle persone affette da cancro ai polmoni, colon-retto e pancreas.

cancro

La cura di alcuni tumori considerati mortali potrebbe segnare un grande passo in avanti, grazie a uno studio combinato tra Torino e New York. Un’equipe internazionale guidata dal prof. Alberto Bardelli, direttore del Laboratorio di Oncologia Molecolare all’Irccs Candiolo (Torino), è giunta alla conclusione che il farmaco antitumorale Amg510 è un buon inibitore del gene KrasG12C, presente nei soggetti affetti da cancro ai polmoni, colon-retto e pancreas. Il suo utilizzo, anche se in una fase ancora sperimentale, mostra risultanti promettenti.

Leggi anche –> Mika racconta il dramma in quarantena: ricoverata la mamma malata di cancro 

Leggi anche –> John Benfield perde la battaglia contro il cancro: l’attore morto a 68 anni

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Un barlume di speranza nella lotta contro il cancro

Lo studio in questione è stato pubblicato sulla rivista scientifica Cancer Discovery con il titolo “Egfr blockade reverts resistance to KRASG12C inhibition in colorectal cancer”. Gli scienziati coordinati dalla dottoressa Sandra Misale dell’Università di Torino e associata al Memorial Sloan Kettering Cancer Center di New York hanno osservato, grazie a dei modelli in vitro, come l’utilizzo del farmaco inibisca in maniera durature le cellule del cancro ai polmoni. Nel caso delle cellule del colon-retto, invece, la crescita verrebbe ostacolata solo per un breve lasso di tempo.

“Abbiamo cercato di comprendere i meccanismi alla base delle differenze tra cancro ai polmoni e di quello al colon-retto”, spiega Sandra Misale, evidenziando che “ci sono differenze intrinseche nel manifestarsi tra i due tipi di cancro, anche in presenza della stessa mutazione del gene Kras. Queste scoperte hanno una rilevanza immediata per i pazienti affetti da cancro al colon-retto con un tumore causato dalla mutazione di quel gene in particolare”. Il prossimo passo è la sperimentazione sull’uomo.

EDS

Coronavirus tumore