Home News Formaggio pecorino ritirato dal mercato per rischio microbiologico

Formaggio pecorino ritirato dal mercato per rischio microbiologico

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:39
CONDIVIDI

Una partita di formaggio pecorino prodotto dall’azienda agricola Carai Giuseppe &Cssa è stata ritirata dal mercato per rischio microbiologico.

Il Ministero della Salute ha informato la cittadinanza di aver disposto il ritiro dal mercato di una partita di formaggio pecorino. Ad essere stato sottoposto al provvedimento è il prodotto dell’Azienda agricola di Carai Giuseppe &Cssa. Si tratta di un formaggio pecorino a latte crudo semi stagionato. Coinvolta dalla misura preventiva sono le forme da 1,5kg con scadenza 26/09/2020 e appartenenti al lotto n° 080520.

Leggi anche ->Pesce contaminato, l’allarme: “Ritiro immediato”. Ecco cosa contiene

Il ritiro si è reso necessario a causa del rilevamento di un possibile rischio microbiologico. Durante i test di routine sul prodotto, infatti, sono stati riscontrati nella partita di formaggio perorino ‘Divino‘ tracce di E. Coli STEC. La presenza di Escherichia Coli ha portato all’immediata comunicazione dell’allerta alimentare. I cittadini che avessero comprato una delle forme appartenenti al lotto sopracitato sono invitati a non consumare il prodotto e contattare il venditore. L’azienda è invitata a ritirare dai punti vendita il prodotto che è risultato contaminato.

Leggi anche ->RASFF, ritiro alimentare: fermato carico di pistacchi contaminati

Formaggio ritirato: i sintomi da ingestione di prodotto contaminato da Escherichia Coli

Come detto il lotto di formaggio è stato ritirato per la presenza di Escherichia Coli. Questo batterio è uno dei più comuni ed è presente anche nella flora intestinale degli uomini e degli animali. Alcune specie del batterio, però, sono dannose per la salute dell’uomo. L’ingestione di prodotti quali frutta, verdura, latte non pastorizzato e carne cruda contenenti questo batterio possono portare a dolori intensi ed anche infezioni. I sintomi più comuni dopo l’ingestione di prodotti contaminati sono: crampi addominali, nausea e diarrea. Il prolungarsi di tali sintomi può portare ad avere anche perdite di sangue. Solitamente la cottura uccide il batterio e dunque elimina le conseguenze sulla salute di chi ingerisce i prodotti contenenti il batterio.