Home Destinazioni e Guide turistiche Bandiere Blu 2020: le spiagge dell’Emilia Romagna per l’estate

Bandiere Blu 2020: le spiagge dell’Emilia Romagna per l’estate

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:26
CONDIVIDI

Bandiere Blu 2020: le spiagge dell’Emilia Romagna per l’estate. Dove andare in vacanza, le località migliori.

bandiere blu 2020 emilia romagna
Spiaggia di Cattolica (Adobe Stock)

Per le vacanze dell’estate 2020 continuiamo a segnalarvi le spiagge che hanno ottenuto la Bandiera Blu 2020 in Italia. Qui proponiamo l’Emilia Romagna, regione che conferma le 7 Bandiere Blu ottenute lo scorso anno da altrettante località balneari della sua riviera. Le spiagge della regione sono molto frequentate, con i loro vasti arenili sabbiosi occupati da ombrelloni e stabilimenti balneari, i locali sulla spiaggia, le discoteche, l’offerta infinita di strutture ricettive, tra bar, ristoranti e alberghi.

L’Emilia Romagna ha l’offerta più ampia e completa di servizi turistici balneari in Italia. La varietà e la qualità pur elevata dei servizi tuttavia non basta a conquistare la Bandiera Blu, per la quale conta molto anche la pulizia delle acque e la tutela ambientale. Il segreto sta nel raggiungere entrambi gli obiettivi in modo equilibrato.

Leggi anche –> Bandiere Blu 2020: le migliori spiagge d’Italia sono 407

Bandiere Blu 2020: le spiagge dell’Emilia Romagna

Le Bandiere Blu vengono attribuite ogni anno dalla ong FEE – Foundation for Environmental Education alle migliori località balneari in Europa, sia di mare che di lago, premiando la pulizia delle acque e delle spiagge, i servizi e la sostenibilità, oltre alla bellezza dei luoghi e del mare. Per ottenere il prestigioso vessillo, infatti, sono importanti anche la tutela ambientale e i servizi ai turisti: accessibilità delle spiagge, presenza di aree vedi, di piste ciclabili e percorsi pedonali, servizi essenziali (come toilette e punti di ristoro) e la raccolta differenziata dei rifiuti.

Ogni anno, l’Italia riceve un numero sempre più alto di Bandiere Blu. I Comuni italiani premiati sono 12 in più: dai 183 del 2019 ai 195 del 2020. Sono aumentate le Bandiere assegnate alle singole spiagge, sia marine che lacustri, e agli approdi turistici: dalle 385 del 2019 alle 407 del 2020. Infatti, le Bandiere Blu sono assegnate a specifiche spiagge dei vari Comuni, non necessariamente a tutte le spiagge di uno stesso Comune. Una differenza di cui si deve tenere conto.

L’Emilia Romagna quest’anno conferma le 7 Bandiere Blu che aveva già da qualche anno. Le spiagge premiate si trovano nelle province di Ferrara, Ravenna e Rimini e appartengono a rinomate e frequentate località balneari. Nella classifica nazionale, l’Emilia Romagna è nona, dietro alla Sicilia, che ha una Bandiera in più. Qui di seguito riportiamo tutte le località e le spiagge dell’Emilia Romagna premiate con le Bandiere Blu 2020, suddivise per provincia.

Leggi anche –> Viaggi in Italia per l’estate 2020: le spiagge isolate e poco affollate

Bandiere Blu 2020 della provincia di Ferrara

Comacchio, Lido degli Estensi (Dr. Wilfred Krause, CC BY-SA 3.0, Wikicommons)
  • Comacchio – Lido Spina, Lido di Volano / Nazioni / Pomposa / Lido degli Scacchi  / Garibaldi, Lido degli Estensi

Bandiere Blu 2020 della provincia di Forlì-Cesena

bandiere blu 2020 emilia romagna
Spiaggia di Cesenatico (Daria, CC BY 3.0, Wikicommons)
  • Cesenatico – Zadina, Ponente, Levante (Valverde, Villamarina)

Bandiere Blu 2020 della provincia di Ravenna

Lido di Classe, Ravenna (iStock)
  • Cervia – Milano Marittina / Pinarella
  • Ravenna – Casal Borsetti, Lido di Dante / Lido di Classe, Lido di Savio, Marina di Ravenna / Punta Marina Terme / Lido Adriano, Marina Romea / Porto Corsini

Bandiere Blu 2020 della provincia di Rimini

Bellaria Igea Marina (Giorgio Galeotti, CC BY 4.0, Wikicommons)
  • Misano Adriatico – Punto Dieci / Porto Verde, Rio Alberello
  • Cattolica – Regina dell’Adriatico
  • Bellaria Igea Marina – Igea Marina

Leggi anche –> Bandiere Verdi 2020: le spiagge italiane a misura di bambino

bandiere blu 2020 emilia romagna
Spiaggia di Marina di Ravenna (Simone Masini, CC BY-SA 4.0, Wikicommons)