Teorema di Archimede | 16enne crea scorciatoia e stupisce tutti

Francesco, studente della terza liceo di 16 anni, perfeziona il Teorema di Archimede e lascia a bocca aperta il mondo intero.

Teorema di Archimede
Perfeziona il Teorema di Archimede a 16 anni Foto dal web

Un alunno del terzo anno di Liceo Scientifico è riuscito a perfezionare il Teorema di Archimede. Lui si chiama Francesco Bulli, frequenta l’istituto ‘Buonarroti’ di Monfalcone, in provincia di Gorizia e ha creato una vera e propria scorciatoia che semplifica di molto l’applicazione di quanto formulato oltre due millenni fa dal celebre matematico, fisico ed inventore di Siracusa.

LEGGI ANCHE –> Bimbo precipitato a scuola, il pm accusa: “Insegnanti e bidella hanno causato la morte”

L’obiettivo era calcolare l’area di un segmento parabolico, ma il metodo tradizionale avrebbe portato via oltre 20 minuti. E la strada intrapresa da Francesco è risultata essere molto più veloce ma egualmente efficace. Il bello però è che questo 16enne sembra sia il primo ad averci pensato al mondo. Il Teorema di Archimede afferma che l’area di un segmento di parabola equivale ai 4/3 dell’area del triangolo iscritto a esso, cioè ai 2/3 dell’area del parallelogramma circoscritto. Il giovane è partito dall’unica cosa che aveva, ovvero i coefficienti della parabola e della retta. Procedendo con una formula algebrica universale, che si può cioè applicare a tutti i problemi dello stesso tipo, Francesco è giunto al risultato finale.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

LEGGI ANCHE –> Azzolina scorta | minacce ed insulti per via del concorso scuola

Teorema di Archimede, la scorciatoia di Francesco è una novità

La sua professoressa, Caterina Vicentini, ha segnalato la cosa a due riviste specializzate di settore e ha ottenuto come risposta il fatto che questo procedimento attualmente non è noto. Ora ha trovato pubblicazione su ‘MatematicaMente’ mentre a giugno sarà divulgata da ‘Uitwiskeling’. Di solito un problema del genere trova risoluzione tramite l’applicazione degli integrali. Che però Francesco non ha ancora studiato e non conosce. La sua formula è originale ed inedita, come confermato anche dal dipartimento di Matematica del Politecnico di Milano.

LEGGI ANCHE –> Scuola e Coronavirus, ecco come sarà il rientro per gli studenti: mascherine ma non per tutti

Lui vuole diventare un calciatore

La docente del giovane fa sapere che il ragazzo ci ha lavorato su per una settimana, illustrandole poi i risultati finali. Da lì la scoperta da parte della professoressa del fatto che si trattava di un percorso mai visto prima. E Francesco resta umile, come è giusto che sia. Lui suona anche il violino e pratica calcio, essendo avviato ora verso il professionismo. Milita infatti nel settore giovanile della Triestina dove gioca come difensore centrale. Diventare un calciatore è la sua aspirazione e lui fa sapere di essersi trasferito dalla nonna a Monfalcone pur di potere allenarsi con continuità. A questo scopo ha anche cambiato scuola. Il futuro sembra proprio essere radioso.