Giorgia Meloni, condannato il suo stalker: la sentenza contro l’uomo

Ex ministro Giorgia Meloni: arriva la sentenza nel processo contro il suo stalker, Raffaele Nugnes, condannato a due anni l’uomo.

(screenshot video)

Arrivata la condanna per lo stalker di Giorgia Meloni, Raffaele Nugnes: l’uomo è stato condannato dal Tribunale di Roma a due anni di reclusione. Inoltre, dovrà passare un terzo anno presso una residenza per l’esecuzione delle misure di sicurezza. Da quanto si apprende, è stato riconosciuto un vizio parziale di mente.

Leggi anche –> Giorgia Meloni in Tribunale: “Ho paura per mia figlia”

L’uomo le avrebbe rivolto, secondo l’accusa, pesanti minacce, giunte soprattutto via Facebook. Alla Meloni è arrivata la solidarietà da più parti, anche dagli avversari politici, come il ministro della Salute, Roberto Speranza.

Leggi anche –> Giorgia Meloni commenta sui social il caso della bimba nigeriana morta a Sondrio

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Condannato lo stalker di Giorgia Meloni

Si tratta di una vicenda che aveva preoccupato molto l’ex ministro e leader di Fratelli d’Italia, che a gennaio era stata sentita nel processo in cui era la parte civile. A fine luglio 2019, Raffaele Nugnes venne arrestato dalla Digos in provincia di Caserta. “Ho paura per mia figlia che ha appena 3 anni. La notte non dormo per questa vicenda, per le minacce che quest’uomo mi ha rivolto via Facebook”, le parole della Meloni.

L’ex ministro aveva proseguito nello spiegare quanto le era accaduto: “Lui sosteneva che gliel’ho strappata, che la bambina era sua, che prima o poi sarebbe venuto a riprendersela a Roma”. La situazione si era fatta pesante: “Io vivo spesso fuori casa e il mio stato d’ansia è enormemente cresciuto, perché ho dovuto prendere particolari cautele. Non bastava più la baby sitter per controllare mia figlia”.