Zaia | “Troppa movida” | il governatore pronto a richiudere il Veneto

C’è fin troppa gente tornata ad affollare le strade senza un motivo valido. Luca Zaia si lamenta della cosa: “Avanti così e richiudo la Regione”.

luca zaia
Zaia preoccupato dalla troppa movida Foto dal web

Luca Zaia, governatore del Veneto, è preoccupato dalla presenza eccessiva di persone vista in strada nella Regione da lui amministrata e non solo. L’esponente della Lega denuncia assembramenti troppo folti per scopi non di primaria importanza.

LEGGI ANCHE –> Decreto Rilancio: ulteriore ritardo, ma l’Inps anticiperà la cassa integrazione

“La movida è tornata a farsi vedere, ci sono fin troppe persone in giro per puro svago”. E tutto questo, oltre a dare adito a pericolosi assembramenti, si accompagna anche alla ulteriore assenza di misure di precauzione. Ad esempio in diversi non indossano le mascherine protettive sul viso per tenere al coperto bocca e naso. Ed ovviamente niente guanti e niente metro di distanza minimo richiesto dagli altri individui. In questo modo si dà adito al virus di riprendere a circolare con forza. E di vedere conseguentemente aumentare il numero di contagi e di vittime.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

LEGGI ANCHE –> Fase 2, riaperture 18 maggio: le regole per alberghi e agriturismi

Zaia, a suo avviso “troppi pasticci da parte del Governo”

Abbiamo ricevuto foto e video di assembramenti a cielo aperto. Non ho nulla contro le feste, ma mascherine e distanziamento sociale servono a salvare la vita di tutti. Non si devono ignorare. Qualora i contagi dovessero aumentare, sono pronto a chiudere tutto col silicone. Chi non rispetta le regole, rispetti almeno i 1820 morti del Veneto”, afferma il governatore in conferenza stampa. Un atteggiamento da irresponsabili che rischia di far ripiombare l’Italia nella difficilissima situazione di emergenza vissuta tra febbraio e marzo. Il Governo d’altro canto tiene come priorità assoluta quella di evitare che l’Italia venga travolta da una ulteriore ondata di contagi. Serve senso di responsabilità da tutti, anche nella comunicazione oltre che negli atteggiamenti.

LEGGI ANCHE –> Assembramenti Fase 2 | anche ad Ostia e Palermo tanti irresponsabili