Omicidio Luca Sacchi, il papà: “Voglio guardare negli occhi Anastasia”

Lunedì 18 maggio ripartirà il processo per l’omicidio di Luca Sacchi. Ai microfoni di Quarto Grado è intervenuto il papà Alfonso Sacchi: ecco le sue dichiarazioni

Alfonso Sacchi

Un nuovo inizio. Lunedì 18 maggio ripartirà il processo per quanto riguarda l’omicidio di Luca Sacchi. Ai microfoni di Quarto Grado il papà Alfonso ha svelato tutto ciò che avrebbe intenzione di fare e come affronterà la nuova fase: “Con rabbia e speranza. La rabbia per come Luca è morto, la speranza è quella che arrivati a questo processo Anastasia e Giovanni dicano la verità”. Nei prossimi giorni ci potrebbero essere così novità importanti.

LEGGI ANCHE >>> Luca Sacchi, la mamma: “Anastasiya non è una vittima, non perdono”

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Omicidio Luca Sacchi, la rivelazione del papà

Così lo stesso papà Alfonso Sacchi ha svelato di voler rivedere Anastasia: “Luca non meritava di morire così. Non so con quale faccia ci guarderà Anastasia, non so neanche se ci sarà o se sarà in videochiamata però io vorrei guardarla in faccia”. Infine, ha parlato anche di Giovanni Princi, al momento agli arresti domiciliari: “Giovanni non ha pagato le sue colpe, tutta l’Italia in questo periodo è stata agli arresti domiciliari quindi non ha scontato tutte le sue colpe”.

Alfonso Sacchi