Home News Uomini e Donne, la De Filippi gela Gemma Galgani: “Non è realtà”

Uomini e Donne, la De Filippi gela Gemma Galgani: “Non è realtà”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:45
CONDIVIDI

Nell’ultima puntata di ‘Uomini e Donne’, Maria De Filippi ha dato ragione a Tina Cipollari e criticato la scelta di Gemma Galgani.

Gli appassionati di ‘Uomini e Donne’ discutono ormai da giorni dei nuovi corteggiatori di Gemma Galgani. In questo periodo di quarantena il format del programma è stato inizialmente modificato e i corteggiamenti sono avvenuti inizialmente solo tramite chat e a distanza. Per incrementare la curiosità, inoltre, gli autori hanno convinto i corteggiatori ad indossare delle maschere ed utilizzare degli pseudonimi.

Leggi anche ->Tina Cipollari dura su Gemma Galgani: “Centinaia di uomini…”

La scorsa settimana è stato svelato il volto di Sirius, pretendente che sin da subito ha chiarito di avere 26 anni e di sognare un rapporto con la Galgani nonostante la differenza d’età. Una volta visto in viso Nicola, Tina Cipollari ha cominciato a dubitare del suo reale interesse per la dama torinese. L’opinionista è convinta che il ragazzo sia principalmente interessato alla visibilità ed ha anche cercato di farglielo ammettere.

Leggi anche ->Uomini e Donne, anticipazioni: Giovanna Abate riceverà due sorprese

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Maria De Filippi gela Gemma Galgani: “Non è realtà”

Nella puntata di ieri Tina è tornata all’attacco della storica rivale, criticandola per aver allontanato “Cuore di Poeta“, l’altro pretendente che di nome fa Romualdo. A suo avviso, infatti, la dama avrebbe utilizzato semplicemente una scusa perché interessata esclusivamente al più giovane dei corteggiatori. Solitamente, quando Tina attacca Gemma, Maria De Filippi mantiene una posizione neutrale, ma in questo caso ha rincarato la dose. La conduttrice le ha detto che non è vero che “Cuore di poeta” stava correndo troppo, ma si trattava semplicemente di un gioco in chat: “Non è realtà, ti sei spaventata di una cosa non vera”.