Fedez Codacons | scontro e denunce per una campagna fondi

È guerra Fedez Codacons a causa di una raccolta fondi promossa dal cantante per aiutare la sanità e fare delle donazioni agli ospedali. Cosa è successo.

fedez codacons
Scontro Fedez Codacons per via di una campagna fondi Foto dal web

È scontro tra Fedez ed il Codacons, con quest’ultimo che ha sporto denuncia nei confronti del rapper mlanese. Sotto accusa c’è la raccolta fondi promossa dal marito di Chiara Ferragni, organizzata per fornire un contributo concreto contro l’epidemia in corso.

LEGGI ANCHE –> Rientro a scuola dopo il Coronavirus: ecco le tre opzioni

L’associazione dei consumatori ha citato Fedez in particolare per diffamazione, calunnia, associazione a delinquere, violenza, minacce plurime ed induzione a commettere reati. La reazione dell’artista è di assoluto stupore, con il diretto interessato che si è dichiarato sorpreso e che comunque ha precisato come non ci sia alcuno scontro tra lui ed il Codacons. Però “si sta provando a fermare tutte le raccolte fondi su Gofundme, forse non sanno che è la piattaforma più usata al mondo per le raccolte. Ma chissà, a questo punto perché non proporre il 41 bis nei miei confronti. E magari possono anche accusarmi di un bell’omicidio”. Tutto quanto è sorto nello scorso mese di marzo, quando il Codacons segnalò come ingannevoli le commissioni messe in atto da Gofundme in merito alle inserzioni dei ‘Ferragnez’ ed anche da Salvo Sottile.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

LEGGI ANCHE –> Andrea Rinaldi gravissimo: il calciatore colpito da aneurisma

Fedez Codacons, scontro totale

Inserizioni che si prefiguravano di aiutare la sanità italiana, ai tempi duramente messa alla prova. L’Autorià ha dato ascolto al Codacons, ritenendo illecite le commissioni a carico dei donatori. A quel punto Fedez aveva reagito con una serie di messaggi su Instagram, parlando di minacce e di intimidazioni ai suoi danni e sottolineando come il suo contributo in tal senso abbia potenziato la terapia intensiva di alcuni ospedali di Milano. Molte delle denunce per i suddetti capi di imputazione hanno interessato anche diversi followers del cantante, ritenuti responsabili di messaggi di minacce e minatori nei confronti del Codacons, dopo l’intervento diretto della Polizia Postale.

LEGGI ANCHE –> Francesco Panella Intervista Esclusiva: da Little Big Italy al dramma Coronavirus

 

Visualizza questo post su Instagram

 

❤️🇮🇹

Un post condiviso da FEDEZ (@fedez) in data: