Home News Vite al limite, chi è Sean Milliken: la tragica morte a soli...

Vite al limite, chi è Sean Milliken: la tragica morte a soli 29 anni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:22
CONDIVIDI

Sean Milliken è stato un memorabile protagonista di Vite al limite: pesava oltre 450 kg, ma purtroppo se ne è andato prematuramente. Ecco tutto quel che c’è da sapere su di lui. 

“Non voglio morire, o mi impegno o è finita”: con queste parole Sean Milliken si era rivolto al dottor Nowzaradan di Vite al limite affinché lo aiutasse a dimagrire. Pesava ben 455 kg quando aveva deciso di tentare la strada del celebre format in onda su Real Time, aggrappandosi alla speranza di potersi sottoporre a un intervento di bypass gastrico. Purtroppo, però, non ce l’ha fatta: morto il 19 febbraio 2019 a soli 29 anni a causa di un’infezione polmonare sfociata in una crisi respiratoria. Ripercorriamo insieme la sua storia.

Leggi anche –> Addio a Sean Milliken, uno dei protagonisti di “Vite al limite”: ecco chi era 

Leggi anche –> Vite al limite, chi è Teretha: come è diventata oggi

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

L’identikit di Sean Milliken

Sean Milliken aveva preso parte alla quarta stagione di Vite al limite. Grazie a una dieta da 800 calorie al giorno, il giovane californiano era riuscito a smaltire buona parte del suo peso fino a raggiungere il traguardo dei 290 kg, ottenendo così il via libera per sottoporsi all’intervento. Di li a poco, tuttavia, la situazione è precipitata: la madre di Sean è morta improvvisamente, lasciandolo solo, senza nemmeno un parente che si prendesse cura di lui. Caduto in una brutta depressione, Sean è tornato a mangiare e a ingrassare nuovamente fino a 321 kg.

Il dottor Nowzaradan ha provato ad aiutarlo fino all’ultimo, assegnandolo a un gruppo di specialisti che avrebbero dovuto aiutarlo a stabilire una nuova routine. Nel corso della sua ultima puntata di Vite al limite, Sean era apparso disperato: “Non voglio morire, non ho altra scelta o mi impegno o è finita. Dove mi vedo tra due anni? Non lo so ma spero di esserci per vederlo. Ho una piccola speranza per il futuro”. Solo due settimane dopo, purtroppo, è stato ricoverato per un’infezione polmonare che gli ha provocato una crisi respiratoria rivelatasi letale.

Leggi anche –> Vite al limite, chi è Milla Clark: come è oggi dopo aver perso 270 kg

EDS