Coronavirus, le regole su come viaggeremo su treni e aerei

Come si viaggerà su aerei e treni: le disposizioni e le regole dal 4 maggio

Come ci muoveremo in aeroporto

Dal 4 maggio le misure restrittive per l’emergenza coronavirus verranno allentate e potremo tornare, seppure gradualmente, a muoverci. Torneremo non solo a prendere autobus e metro nelle nostre città, ma anche successivamente a prendere i treni e gli aerei. Per farlo dovremo però seguire un rigido protocollo in cui la parola d’ordine sarà ‘distanza’. La fase 2 sarà infatti estremamente delicata e dovremo muoverci con la massima attenzione onde non ritrovarci nel giro di poco tempo con una nuova ondata di contagi. Ma come dovremo comportarci per prendere un treno? Come sarà possibile evitare assembramenti? Quale saranno le regole sugli aerei? Il governo sta lavorando per preparare le misure che saranno applicate nel settore trasporti nella fase 2 e che saranno rese note con il decreto del Presidente del Consiglio.

Nell’estate 2020 e in generale nei prossimi mesi il nostro ritorno a muoverci e a viaggiare sarà comunque limitato. Intanto le vacanze le faremo in Italia e non andremo all’estero, il che oltre per necessità, sarà importante per rilanciare la nostra economia. Inizialmente poi potremo spostarci solo all’interno della nostra regione e scopriremo così il nostro territorio, torneremo a fare quello che è chiamato turismo di prossimità. Dovremo essere flessibili negli orari e pazienti perché gli accessi saranno contingentati. Ed ovviamente dovremo avere sempre con noi mascherina e guanti.

Le regole per viaggiare in treno ai tempi del coronavirus

Il primo passo per prendere il treno sarà da casa. Chi si sposterà con il treno è opportuno infatti che faccia online il biglietto, prassi in realtà già piuttosto utilizzata, ma che verrà ulteriormente incentivata e sarà obbligatoria per alcuni treni. Il biglietto sarà inoltre nominativo e verrà controllato tramite documento così da riconoscere eventuali casi di quarantene obbligatorie di covid-19.
In tutti i luoghi pubblici, come la stazione dunque, bisognerà indossare la mascherina e per evitare affollamenti ai banchi di informazione tutte le notizie relative ai treni saranno pubblicate sul sito o in caso inviate tramite messaggio sul cellulare.

In stazione ci sarà una separazione fra entrate e uscite, con percorsi a senso unico e ingressi contingentati. Una volta giunti al gate, ossia all’entrata ai binari, verrà effettuato tramite termo scanner il controllo della temperatura corporea, se supera i 37.5 sarà vietato l’accesso. Sulla banchina bisognerà stare distanti almeno un metro dagli altri passeggeri.

Per ogni carrozza ci sarà una porta di entrata e una di uscita dei passeggeri. A bordo del treno saranno presenti dispenser di gel igienizzante e i passeggeri sui treni a lunga percorrenza e quindi dotati di sistema di prenotazione online saranno disposti a scacchiera. Sospesi i servizi di ristorazione a bordo.

Coronavirus, le regole per viaggiare in aereo 

Le regole base che disciplineranno i viaggi in aereo si basano – come per gli altri mezzi di trasporto – su distanza e separazione. Ciò si traduce in una riorganizzazione dell’aeroporto in cui saranno separati i flussi di utenti e organizzate in maniera contingentata tutte le file negli spazi comuni per evitare assembramenti. Come nelle stazioni ci saranno percorsi a senso unico e segnaletica a terra per mantenere la distanza.

I biglietti saranno online, così come il check in e si stanno organizzando sistemi di ‘drop off’ per i bagagli al fine di diminuire le interazioni per le operazioni al banco check-in.

I passeggeri dovranno indossare guanti e mascherina e sottoporsi a termoscanner per il rilevamento della temperatura. Una volta a bordo i passeggeri verranno fatti accomodare su posti disposti a scacchiera. E’ possibile anche che gli aeromobili saranno dotati di sedili con protezione in plexiglass.

Alcune compagnie aeree come Alitalia che tuttora sono attive, sebbene solo per rimpatrio di connazionali o per voli di necessità, hanno diramato la loro guida e le loro regole per i viaggiatori al tempo del coronavirus.