Violano la quarantena | costretti a scrivere “mi dispiace” per 500 volte

Un gruppo di turisti non rispetta la quarantena del Coronavirus imposta per arginare il Covid-19. Le forze dell’ordine li puniscono in maniera beffarda.

quarantena Coronavirus
Trasgrediscono la quarantena da Coronavirus ed ora ricorderanno per sempre la punizione FOTO Getty Images

Esattamente come fa Bart Simpson nella sigla di apertura del popolarissimo cartone animato satirico, anche dieci turisti colpevoli di avere trasgredito alla quarantena imposta loro a causa della epidemia di Coronavirus hanno dovuto sottostare alla stessa punizione.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus | sconcerto dall’Olanda | “Senza sintomi dopo 24 ore? Siete guariti”

I colpevoli sono di provenienza eterogenea: c’è chi arriva dall’Australia, chi da Israele, chi dal Messico e chi dall’Austria. Tutti loro erano in visita in India, e più nello specifico nella città di Tapovan, nello stato del Rishikesh. Il gruppo aveva fatto una passeggiata nonostante fosse consapevole della quarantena in atto per via dell’imperversare del Covid-19. E non solo: tutti i suoi componenti non hanno nemmeno rispettato l’obbligo di mantenere le distanze di almeno un metro tra individui. Sorpresi da un poliziotto, alla fine le autorità hanno scelto per loro un provvedimento singolare. E che forse fa più male all’orgoglio rispetto a quanto avrebbe potuto fare qualsiasi multa.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

LEGGI ANCHE –> Moglie uccisa | il marito mente | “È stato il Coronavirus”

Quarantena Coronavirus, i turisti la violano e la loro punizione è esemplare

I dieci intemperanti turisti hanno dovuto scrivere per 500 volte la seguente frase. “Non ho seguito le regole di blocco quindi mi dispiace tanto”. Secondo quanto rivelato dalle autorità, tutti loro stavano andando in spiaggia e si sono giustificati dicendo di volere muovere un pò le gambe. Ma loro erano autorizzati ad uscire solamente per acquistare beni di prima necessità. E comunque al massimo un componente per unità familiare. La situazione Coronavirus in India al 14 aprile 2020 consta di 300 morti sui quasi 10mila contagiati. E considerando l’enorme densità di popolazione del Sub-continente, si tratta di numeri sorprendentemente bassi. I vertici politici locali prolungheranno il blocco totale fino a tutto il mese di aprile.

LEGGI ANCHE –> Covid 19 Italia | positivo al Coronavirus organizza festa in casa