Controlli Coronavirus | chirurgo nasconde compagna nel bagagliaio | polemica

Un chirurgo nasconde la sua fidanzata per portarla a casa. Lo fa per evitare i controlli da Coronavirus, ma se ne vanta e viene scoperto.

controlli Coronavirus
Ennesimo episodio controverso nei controlli Coronavirus Foto dal web

Le forze dell’ordine hanno scoperto l’ennesimo furbo in materia di controlli per il Coronavirus. Un furbo che in realtà furbo non è, dal momento che ha tenuto nascosta la propria compagna nel bagagliaio dell’auto per eludere eventuali sanzioni da parte delle forze dell’ordine sulla circolazione non motivata da ragioni di necessità o di urgenza impellente.

LEGGI ANCHE –> Roberta Villa | “Ad oggi le cose in Lombardia non possono migliorare”

L’uomo, originario di Verona e che lavora come chirurgo estetico, è riuscito ad evitare i controlli da Coronavirus ed una volta giunto alla sua destinazione, ha filmato il momento in cui faceva uscire la sua donna dal cofano posteriore dell’auto. Da quanto trapelato, il ‘rapimento’ sarebbe avvenuto per festeggiare il compleanno del figlio del chirurgo. Cosa assolutamente non facente parte dei suddetti motivi di necessità tali da non poter giustificare il fatto di lasciare casa.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

LEGGI ANCHE –> Coronavirus Giappone | parlamento vota subito per il taglio dei suoi stipendi

Controlli Coronavirus, il chirurgo pensa di farsi beffe delle autorità: scoperto

Il video poi è finito sui social network per sua stessa iniziativa, probabilmente per volersi vantare della ‘prodezza’ compiuta. Ma è finito anche tra le mani di chi ora potrà usare tali immagini contro di lui, come meritata punizione. Il dottor Carlo Rugiu, presidente dell’Ordine dei Medici di Verona, è tra coloro che hanno preso visione del controverso filmato. E quest’ultimo giustamente condanna la furbata commessa dal proprio consociato. “Anzitutto verificheremo se la persona in questione risulta effettivamente iscritta all’Ordine dei Medici di Verona. Qualora la risposta sia affermativa, convocheremo tale individuo per avere un chiarimento. Infine il sottoscritto porterà quanto successo all’attenzione del Consiglio per stabilire se tutto ciò possa avere o meno una rilevanza disciplinare”.

LEGGI ANCHE –> Science | “Quarantena a singhiozzo fino al 2022 e ondate negli anni”

Ora la sua posizione verrà valutata, rischia sanzioni professonali

Lo stesso Rugiu continua: “Fatti come questo, in un momento difficile come quello attuale, gettano discredito ed ombra sulla nostra categoria professionale che è in prima fila contro il Coronavirus. In tanti medici e dottori si stanno dando da fare in maniera incessante andando oltre ogni limite. Anche in condizioni di non protezione e di carenza, spinti solo dal loro dovere, per cercare di arginare l’emergenza Covid-19″. Anche i responsabili della clinica dove lavora il chirurgo, che opera in una clinica privata, condannano quanto successo. Inoltre gli stessi puntualizzano come quest’ultimo non sia un loro dipendente ma soltanto un libero professionista che utilizza in forma privata le strutture messe a disposizione”.

LEGGI ANCHE –> Provvedimenti Coronavirus | “Ispettori del lavoro per verificare distanze”