Mes | Varoufakis | “L’Italia destinata ad una lunga e pesante austerity”

Secondo l’ex ministro delle Finanze della Grecia, Varoufakis, l’Italia ha ceduto al potere della Merkel e della Germania: “E ne pagherà le conseguenze”.

Mes Italia
Il Mes accettato dall’Italia e per un ex ministro dell Finanze è un male Foto dal web

Alla fine il Mes ha avuto la meglio sulla proposta presentata dall’Italia e da Giuseppe Conte in merito invece ad una soluzione alternativa per fare fronte alla crisi economica figlia dell’epidemia di Coronavirus.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus Giuseppe Conte conferenza stampa: diretta 10 aprile – VIDEO

I prestiti Mes secondo alcuni comporteranno una politica di austerity con la quale fare i conti nei prossimi mesi. Tra questi c’è anche Yanis Varoufakis, ex ministro delle Finanza della Grecia, che nel corso degli scorsi anni si è scontrato non poche volte con la Germania di Angela Merkel. Proprio la cancelliera finisce nel mirino di Varoufakis: “Il Mes imposto senza condizioni è un suo trucco. Prendete miliardi di prestiti liberamente adesso, poi però nel 2021 Bruxelles noterà il rapporto tra debito e Pil con un divario divenuto enorme. Ed in cambio chiederà una politica di austerità tremenda”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

LEGGI ANCHE –> Medici morti | è una strage | il bilancio sale a 107 con 28 infermieri

Mes Italia, Varoufakis: “L’Italia ha ceduto alla più potente Germania”

“Spagna ed Italia hanno dei partiti che dipendono del tutto dalla oligarchia senza frontiere frapposte ad ogni intervento come gli Eurobond tali da deviare le risorse dai ricchi ai poveri. Seguite i soldi!”. Le previsioni di Varoufakis in merito al futuro del nostro Paese non sono affatto lusinghiere. “L’austerità verrà imposta dalla UE, è sicuro al 100%. Anche se non ce ne sarà bisogno. È uno scenario riprovevole dal quale non si può sfuggire, andrà così. “Coloro che fino a poche ore fa dicevano che l’Unione Europea sarebbe crollata senza gli Eurobond ora celebrano la morte e la sepoltura degli stessi Eurobond. E la loro sostituzione con i prestiti tossici del Mes che si aggiungono a debiti nazionali insostenibili?”.

Infine parla di “forze che stanno demolendo l’Europa” e che sono interne alla Europa stessa. Certo è che Conte agli italiani ha detto che comunque l’obiettivo del nostro governo sarà cercare di lavorare in favore degli stessi Eurobond e di una politica analoga. quella del Mes non è ancora una linea definitiva ma solo una proposta. “L’Italia non ha bisogno del Mes”, ha affermato Conte “continuiamo a ritenerlo uno strumento inadeguato a questa emergenza”.