Coronavirus, Antonio Rebuzzi: “Noi medici eroi? Trattateci come i poliziotti”

“Tutti ci dicono che siamo eroi, ma intanto 107 medici sono morti, come pure 28 infermieri”, lamenta Antonio Rebuzzi. Ecco il rimedio che propone.

Antonio Rebuzzi, professore di Cardiologia all’Università Cattolica di Roma e direttore della Terapia intensiva cardiologica del Policlinico Gemelli, lancia con forza un appello al mondo politico: “Tutti ci dicono che siamo eroi, ma intanto 107 medici sono morti, come pure 28 infermieri. Allora serve una proposta di legge che tratti gli operatori sanitari morti in servizio esattamente come i poliziotti morti sul campo, riconoscendo le stesse indennità”.

Leggi anche –> Coronavirus Giuseppe Conte conferenza stampa: diretta 10 aprile – VIDEO 

Leggi anche –> Protezione Civile | la protesta di Fondazione GIMBE | “Dati errati sul Coronavirus”

Secondo Rebuzzi al riconoscimento dello status di eroe deve aggiungersi un equo trattamento economico per eredi e congiunti di chi è deceduto durante lo svolgimento con coraggio e onestà del proprio dovere. Alla politica si chiede dunque di intervenire con una proposta di legge che dia a medici e infermieri morti mentre erano impegnati a contrastare Covid-19 le stesse indennità dei poliziotti uccisi in servizio.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!

La proposta del cardiologo Antonio Rebuzzi

“Siamo eroi? Alcuni colleghi sono morti alla soglia della pensione, altri richiamati in servizio, altri ancora quando avevano tutta la vita davanti. Dunque lo Stato – insiste Antonio Rebuzzi – deve riservare a questi operatori sanitari e alle loro famiglie lo stesso trattamento dei poliziotti morti in servizio: una somma agli eredi di questi colleghi, medici e infermieri caduti perché stavano facendo il proprio dovere”. Resta ora da vedere se la politica recepirà il messaggio, ma Rebuzzi mette le mani avanti: “Vorrei proprio sapere chi sarà contrario, e soprattutto perché”, conclude il cardiologo impegnato in prima linea contro la pandemia.

Leggi anche –> Leonardo DiCaprio impegnato nella lotta al Coronavirus – VIDEO 

EDS