Covid 19 Italia | come verrà attuata la Fase 2 | gli step previsti

La situazione Covid 19 Italia mostra un calo per contagi e morti, il Governo manterrà una linea prudente in vista della Fase 2: questo il piano.

Covid 19 Italia fase 2
Situazione Covid 19 Italia la Fase 2 nelle idee del Governo Foto dal web

Il Governo e l’Istituto Superiore di Sanità hanno già pronto il percorso da seguire per quanto riguarda la cosiddetta ‘Fase 2‘. Dopo avere constatato come il numero di contagi e vittime da Covid 19 Italia sia effettivamente calato, ci si prepara ora ad attraversare per l’appunto una ulteriore fase di gestione della crisi.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus, gli italiani all’estero si raccontano – VIDEO

Che dovrebbe interessare la parziale riapertura di alcune aziende ed attività produttive. Questo dovrebbe accadere dopo Pasquetta, lunedì 13 aprile 2020. Invece dopo il 4 maggio si prevede un allentamento delle misure restrittive, sempre tenendo come priorità massima la sicurezza di tutti. Per allora si punta a ridurre ancora di più i dati relativi ad infezioni e morti da Coronavirus e ad arginare il più possibile l’agente patogeno portatore della malattia. Di questo si è parlato in una riunione che ha visto la presenza del premier Giuseppe Conte.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

LEGGI ANCHE –> Mario Draghi | incendio nella sua casa in Umbria nella notte

Covid 19 Italia, il piano del Governo: aprire gradualmente le aziende, a maggio si valuterà per la gente

Tutto questo piano relativo alla Fase 2 è per ora soltanto una sorta di previsione. Occorrerà valutare giorno per giorno affinché possa essere messa in pratica questo piano che dovrebbe portare l’Italia attraverso una graduale ma prudente riapertura. Come detto, dopo Pasquetta l’obiettivo è di riaprire anche al minimo alcune attività produttive, per cercare di rimettere in moto l’economia. Per gli spostamenti invece servirà per forza di cose restare a casa (quindi niente uscite a Pasqua e Pasquetta, per l’appunto) ed aspettare almeno l’inizio di maggio. L’Istituto Superiore di Sanità conferma la bontà delle azioni di isolamento intraprese ad inizio marzo. Restare a casa sta funzionando, come attestano i numeri degli ultimi giorni, con i numeri negativi che restano si ancora importanti ma che risultano in sistematico calo.

LEGGI ANCHE –> Terremoto Napoli | paura nella notte | i messaggi della gente | FOTO

il timore è che gli irresponsabili escano di casa nei prossimi appuntamenti festivi

Ma l’affermarsi definitivo della primavera e la presenza di diversi weekend e ponti festivi potrebbe invogliare in molti ad uscire per godersi il sole e magari la casa al mare. Un comportamento che sarebbe totalmente sbagliato e che vanificherebbe gli sforzi di quest’ultimo mese di quarantena. Per questo le forze dell’ordine dovrebbero incrementare le presenze con controlli e posti di blocco. Purtroppo il trend delle denunce resta irresponsabilmente alto in relazione all’emergenza in corso. Nel frattempo Conte incontrerà anche Regioni, sindacati e rappresentanti delle imprese per dei necessari confronti. Per tutte le aziende che riapriranno ci sarà l’obbligo di preservare i lavoratori con le precauzioni del caso, come il fare indossare mascherine e guanti ed il tenere le distanze.

LEGGI ANCHE –> E’ nata Giulia, la figlia del 38enne “paziente 1” di Codogno