E’ nata Giulia, la figlia del 38enne “paziente 1” di Codogno

Mattia, 38enne di Codogno, primo italiano risultato positivo al Coronavirus e fortunatamente guarito, è appena diventato papà di Giulia.

Benvenuta Giulia: così si chiama la figlia neonata del paziente 1 di Codogno, Mattia, 38 anni. Una bellissima notizia, per il primo italiano trovato positivo al Sars-Cov-2, dopo quella altrettanto positiva della guarigione. La moglie Valentina, come lui contagiata ed entrata in ospedale all’ottavo mese di gravidanza, ha partorito all’ospedale Sacco di Milano la loro primogenita.

Leggi anche –> Coronavirus: Mattia ‘paziente 1’ di Codogno, la sua storia

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Finalmente una buona notizia da Codogno

Il lieto annuncio della nascita della piccola Giulia è stato dato dai residenti di Codogno, comune della provincia di Lodi da settimane al centro delle cronache perché tra i dieci dell’ex zona rossa d’Italia. Il paziente 1 venne ricoverato la sera del 19 febbraio scorso nel presidio ospedaliero della cittadina e poi trasferito nel reparto di rianimazione del San Matteo di Pavia. Era stato dimesso il 22 marzo, mentre sua moglie Valentina – anche lei come detto contagiata, ma guarita prima – era già a casa. Qualche giorno è stato dichiarato ufficialmente guarito dal Coronavirus.

Subito dopo le dimissioni Mattia aveva detto: “L’unico desiderio che ho è potere assistere alla nascita di mia figlia. I dottori mi assicurano che ce la farò”. E fortunatamente così è stato. Una grandissima gioia che arriva anche dopo tanto dolore: durante il ricovero il 38enne ha saputo della morte di suo padre, vittima del Covid-19.

Leggi anche –> Mattia, il “Paziente uno” è fuori pericolo: “Potrò veder nascere mio figlio” 

Leggi anche –> Coronavirus: morto il padre del paziente 1 di Codogno 

EDS