Chiese aperte anche col Coronavirus | no del Papa | “Pregate così”

Il discorso su chiese aperte e Coronavirus ancora in corso aveva generato polemiche in questi giorni. Il Papa interviene in maniera definitiva.

chiese aperte Coronaviruschiese aperte Coronavirus
Parla il papa sulla polemica chiese aperte Coronavirus Foto dal web

Negli ultimi giorni sono giunte opinioni decisamente controverse in merito all’idea di rivedere le chiese aperte, anche se il Coronavirus continua ad imperversare in Italia e nel mondo e richiede necessariamente il rispetto di precise regole di distanza sociale.

LEGGI ANCHE –> Covid 19 Italia | come verrà attuata la Fase 2 | gli step previsti

Un pensiero espresso in particolar modo da Matteo Savini, ma anche da personalità note per il loro fervore cattolico, come il giornalista Paolo Brosio. A spegnere in maniera definitiva le polemiche relative a questo aspetto ci pensa però Papa Francesco. Ben consapevole di quanto sia grave il momento storico attuale, a causa dell’epidemia da Covid-19 su scala mondiale. Perché questa cosa ha già sconvolto anche i sistemi economici, politici, sociali e culturali. Bergoglio, dalla Santa Sede, invita tutti i fedeli a restare in casa ed a fare attenzione. “Sono giorni di quarantena questi a ridosso della Santa Pasqua. Prendiamo Vangelo e crocifisso e preghiamo in casa. Per tutti noi sarà una grande liturgia domestica perché in chiesa adesso non possiamo andare”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

LEGGI ANCHE –> Fiorello Salvini | “Chiese aperte a Pasqua? Si può pregare anche in bagno”

Chiese aperte Coronavirus, il Papa dice no: “Pregate Dio a casa”

Parole che Papa Francesco ha rilasciato nel corso della sua udienza generale tenuta in mondovisione via streaming. Il Sommo Pontefice ha preso una decisione definitiva ed importante in merito alla necessità o meno di tenere le chiese aperte nonostante il Coronavirus circoli ancora. Per limitare il più possibile la malattia saranno necessarie altre settimane di isolamento in casa. I numeri degli ultimi giorni dimostrano che il primo mese di quarantena trascorso ha funzionato. Sempre Papa Francesco aggiunge: “Apriamo al Signore tutto il cuore nella preghiera. E non dimentichiamo: Crocifisso e Vangelo in casa. Lasciamo che il suo sguardo si posi su di noi. Capiremo che non siamo soli, ma amati, perché il Signore non ci abbandona e non si dimentica di noi, mai”.

LEGGI ANCHE –> Albert Petrocelli, capo dei vigili del fuoco durante l’11/9 è morto di Coronavirus