Paolo Brosio attacca il Governo | “Affidarsi a Dio avrebbe tolto il Coronavirus”

L’epidemia da Coronavirus? Per Paolo Brosio “è un segnale ben preciso, e solo Dio può liberarcene”. Poi parte una inattesa frecciata a Conte.

Paolo Brosio coronavirus
Per Paolo Brosio il Governo non si affida a Dio nella situazione Coronavirus e sbaglia Foto dal web

Si appella a Dio, Paolo Brosio, in merito all’emergenza da Coronavirus che sta imperversando in Italia. Ed accusa il Governo di non avere fatto lo stesso. “Chi ci guida non considera i valori cristiani e ha scelto di affidarsi alla scienza anziché al Signore. Avesse fatto il contrario, tutto sarebbe risolto”, afferma il giornalista ed ex partecipante di diversi reality show.

LEGGI ANCHE –> Covid 19 Italia | come verrà attuata la Fase 2 | gli step previsti

Fervente credente, il 63enne di Asti lancia un monito nel corso di una intervista concessa all’AdnKronos. “Dio deve andare sempre al primo posto, il premier Conte mi aveva preoccupato molto al momento del via del suo secondo mandato. In tale circostanza infatti parlò di ‘nuovo umanesimo’ facendo riferimento all’uomo, al progresso, alla tecnologia, alla scienza. Ma non a Dio. Il governo ha pensato a tutto ma non alla fede. I tabaccai dove andare a comprare le sigarette sono aperti ma le chiese possono essere chiuse, perché sarebbero luoghi di potenziali focolai”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

LEGGI ANCHE –> Coronavirus, gli italiani all’estero si raccontano – VIDEO

Paolo Brosio: “Le chiese le possiamo riaprire, affidiamoci a Dio”

E Paolo Brosio consiglia: “Se adeguatamente disinfettate e prendendo le dovute precauzioni, perché non tenere le chiese aperte almeno per le messe feriali? Si può mantenere la distanza tra le persone seguendo le direttive degli scienziati. Ma dobbiamo riavvicinarci a Dio, ed anche subito. Ciò che sta succedendo è un segnale preciso. Per le messe si potrebbe organizzare un altare leggero, con un microfono per il parroco e la gente all’esterno, a distanza di sicurezza e con guanti e mascherine, per prendere anche l’ostia. Se non ti confessi come fai a togliere il peccato che c’è in te? A Dio non abbiamo proprio pensato”. Un pensiero che però, per quanto riguarda la riapertura delle chiese, gli esperti osteggiano fortemente. Il momento è molto delicato e non serve a niente correre altri potenziali rischi.

LEGGI ANCHE –> Mario Draghi | incendio nella sua casa in Umbria nella notte

paolo brosio