Ivan Gonzalez attaccato sui social: “Non puoi giocare con queste cose”

L’ex concorrente del Grande Fratello Vip, Ivan Gonzalez, è stato attaccato per aver condiviso un post con indosso la tuta dei medici per non contrarre il Coronavirus.

L’esperienza di Ivan Gonzalez al Grande Fratello Vip è durata poco. L’ex tronista di ‘Uomini e Donne’ è stato infatti eliminato al primo ballottaggio contro Carlotta Maggiorana. Concluso il programma, dunque, il modello si è dedicato ad altri lavori, uno dei quali lo ha portato nei pressi di Madrid, sua città natale. Ivan ha comunicato il suo spostamento tramite Instagram, postando una foto in cui si mostra avvolto dalla tuta protettiva che indossano i medici. Accanto allo scatto si legge: “Coronavirus outfit. È tempo di tornare a casa, senza paura, ma con tutte le precauzioni necessarie. Ricorda la vita degli altri, dipende anche da noi”.

Leggi anche ->Chi è Ivan Gonzalez: età, curiosità e amori del tronista di Uomini e Donne

Un messaggio positivo, che però ha generato una violenta polemica. C’è chi gli ha scritto: “Sanitari disperati e non attrezzati lavorano con sacchetti di immondizia improvvisati senza poter avere quel vestito che indossi. Non puoi giocare con queste cose!”. Chi invece lo critica per la decisione di partire in un momento in cui gli spostamenti sono bloccati per chi non ha necessità di fare ritorno a casa per lavoro o emergenze sanitarie.

Leggi anche ->Bimbo di 5 anni stroncato dal Coronavirus: è la più giovane vittima in UK

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Ivan Gonzalez risponde a chi lo critica

 

Dato il numero elevato di commenti polemici nei suoi confronti e che sulla sua pagina si stava originando una bufera, Ivan Gonzalez è stato costretto a spiegare le ragioni del suo spostamento: “Sto per perdere due minuti del mio tempo per dirvi che ho un’attività a Madrid e devo tornare a casa mia per lavoro, sono stato rinchiuso per tre mesi sia in Italia che in Spagna…”. La spiegazione dell’ex gieffino spegne una volta per tutte le polemiche nate nelle ore precedenti, polemiche che come spesso accade non avevano senso di esistere.