Coronavirus Bergamo | Cristina Parodi | “Qui niente canti al balcone, solo pianti”

La situazione Coronavirus Bergamo è in assoluto la peggiore e più compromessa d’Italia. Cristina Parodi rende bene l’idea di ciò che sta vedendo in queste settimane nella città orobica.

Coronavirus Bergamo
Cristina Parodi Coronavirus Bergamo FOTO Getty Images

Soprattutto nei primi giorni dell’emergenza Covid 19 Italia, in diverse parti del nostro Paese alcune persone si sono fatte coraggio a vicenda cantando dai balconi. E non sono mancate iniziative significative come flashmob ed altro, anche per dare un messaggio al mondo intero.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus Giuseppe Conte conferenza stampa | “Misure fino al 13 aprile”

Ma a Bergamo e provincia, in piena zona rossa, non c’è stata la possibilità di potersi fermare. Neppure per chi è rimasto a casa. Lo dice Cristina Parodi, il cui marito Giorgio Gori ricopre la carica di sindaco della città orobica. La giornalista afferma a ‘Famiglia Cristiana’: “Quando tutta Italia cantava e ballava fuori al balcone, qui a Bergamo nessuno poteva farlo. Io mi ero affacciata ma non ho visto nessuno. Questo perché ogni bergamasco ha avuto qualcuno da piangere”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

LEGGI ANCHE –> Covid 19 Italia | Borrelli | “Pasqua e Pasquetta fuori? Assolutamente no” VIDEO

Coronavirus Bergamo, la Parodi: “Chiunque ha vissuto un lutto qui”

Proprio Bergamo e provincia sono in assoluto le zone più martoriate dagli effetti letali del Coronavirus. “Dovunque volgessi lo sguardo c’era una famiglia che ora non ha più almeno un familiare od un amico, o che ha qualcuno di caro gravemente malato. Le campane suonano di continuo a lutto ed il cuore è pregno di tristezza”. Sempre Cristina Parodi aggiunge: “Di tutto questo cosa mi rimarrà? Lo sguardo di mio marito quando torna a casa la sera, tutta la stanchezza, la fatica e la sofferenza di quanto ha dovuto vedere ogni giorno. E poi la gioia di potere almeno avere tutti i nostri tre figlia a casa con noi. La nostra famiglia non si riuniva tutta insieme dopo tanto tempo. Loro studiano in Inghilterra. In giorni così difficili come questi, l’unico conforto per chiunque è proprio la famiglia”.

LEGGI  ANCHE –> Mascherine Coronavirus, riutilizzo sì o no? La risposta dell’azienda chimica

“Stiamo aiutando l’ospedale Giovanni XXIII”

La giornalista segue ogni giorno la raccolta fondi promossa dal Cesvi, una associazione cui presta aiuto da tanti anni. “Stiamo raccogliendo offerte per aiutare l’ospedale della città, il ‘Giovanni XXIII’, m non solo. Sono tante le cose da fare, anche in ambito comunicativo. E quotidianamente vengo a conoscenza di tante persone generose”.

LEGGI ANCHE –> Meteo e Coronavirus, lo studio: “L’epidemia cresce a queste temperature”