Mattino 5 | Giorgio Gori sul Coronavirus | “Pazienti non curati negli ospedali”

0
8

A Mattino 5 Coronavirus argomento principale di discussione con le importanti dichiarazioni di Giorgio Gori: “Alcuni non ricevono cura in ospedale”.

Coronavirus Mattino 5
Si parla di Coronavirus a Mattino 5 con parole durissime da Giorgio Gori FOTO viagginews

All’interno della trasmissione ‘Mattino 5’ condotta da Federica Panicucci su Canale 5, si registra l’importante intervento da parte di Giorgio Gori, sindaco di Bergamo. Il primo cittadino della città orobica ha parlato della emergenza Coronavirus in atto in Italia, concentrandosi in particolare sulla complicatissima situazione in Lombardia.

LEGGI ANCHE –> Federica Panicucci, chi: età, carriera, compagno e vita privata della conduttrice

Il marito di Cristina Parodi rilascia parole molto importanti sul contagio e su cosa sta accadendo. Il tutto non senza grande preoccupazione. “Ho conoscenza diretta di persone che non hanno ricevuto trattamento adeguato contro il Coronavirus negli ospedali, per mancanza di strumenti. Nonostante lo sforzo enorme compiuto dalla sanità lombarda”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

LEGGI ANCHE –> Chi è Domenico Arcuri | commissario nominato da Conte per la crisi Coronavirus

Mattino 5 Coronavirus, Gori: “I pazienti che non possono essere trattati sono destinati alla morte”

Il sindaco di Bergamo ha inoltre confermato tale pensiero con un post molto eloquente rilasciato sul suo profilo personale Twitter: “Anche il dato dei pazienti in terapia intensiva può trarre in inganno. Sembra che la crescita stia rallentando, invece è solo perché non ci sono più posti in terapia intensiva. Se ne aggiungono pochi con grande fatica. I pazienti che non possono essere trattati sono lasciati a morire”.

Nella puntata di ‘Mattino 5’ dell’11 marzo invece, Federica Panicucci, sempre parlando di Coronavirus, era esplosa in diretta. Con evidente rabbia e disappunto, la conduttrice televisiva originaria di Cecina aveva detto: “Dovete stare a casa! Gli italiani non capiscono perché? Avete visto a Codogno? Nessuno esce e nessuno si ammala. Perché non lo capite? Se vi rompete una gamba, non vi possono soccorrere perché gli ospedali sono pieni, lo capite?”.