Pavia, 16 vittime di Coronavirus in una casa di riposo: nessun tampone effettuato

Il Coronavirus sta colpendo moltissime case di riposo. L’ultima a Pavia, dove ci sono state sedici vittime e non è stato eseguito nessun tampone post mortem.

(Carlos Alvarez/Getty Images)

Sono state sedici le vittime nelle ultime 3 settimane, questo il bilancio alla casa di riposo ‘Sassi‘ di Gropello Cairoli, in provincia di Pavia, nella Lomellina. A perdere la vita sono stati 15 ospiti della struttura e un’infermiera di 64 anni. Riporta la notizia il quotidiano “La Provincia pavese“.

Leggi anche -> Coronavirus, esame del sangue per capire chi è immune

L’infermiera di 64 anni è risultata positiva al Coronavirus: le sue condizioni di salute sono peggiorate quasi da subito e nonostante gli sforzi dei medici, la donna non è riuscita a salvarsi. Per quanto riguarda le altre vittime, sono tutti pazienti della casa di riposo ‘Sassi’, con sintomi riconducibili al Covid-19. La direzione della struttura, però, ha spiegato che su disposizione dell’Ats e della Regione “non vengono effettuati tamponi ‘post-mortem’ su pazienti anziani già affetti da patologie croniche“.

Leggi anche -> Coronavirus, strage in Lombardia: tre fratelli morti in sette giorni

La comunità di Gropello Cairoli, in provincia di Pavia, resta in lutto per la perdita di 16 persone, oltre che per altri 12 morti della casa di riposo ‘Cortellona‘ di Mortara (Pavia) e i 3 a quella di Varzi (Pavia).

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!