Home Meteo Meteo 30 marzo – 1 aprile: in arrivo una nuova ondata di...

Meteo 30 marzo – 1 aprile: in arrivo una nuova ondata di gelo artico

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:09
CONDIVIDI

Meteo 30 marzo – 1 aprile: in arrivo sull’Italia una nuova ondata di gelo artico, con freddo, piogge e neve a bassa quota.

meteo 30 marzo 1 aprile
Neve (iStock)

Una primavera che tarda ad arrivare, dopo un inverno insolitamente mite. L’Italia a metà settimana è stata investita da una irruzione di aria fredda proveniente dalla Siberia che ha portato un brusco calo delle temperature, piogge diffuse e neve sui rilievi ma anche a quota collinare e con una breve imbiancata lungo la costa adriatica centrale. Nel weekend il tempo ha avuto un miglioramento, con la cessazione delle precipitazioni e il ritorno del sole, anche se non in modo uniforme, ma con temperature ancora basse.

La tregua dal maltempo avrà tuttavia breve durata perché già da lunedì è in arrivo sulla Penisola una nuova ondata di freddo e precipitazioni, anche nevose, con un’irruzione artica proveniente dalla Groenlandia. Le previsioni meteo in dettaglio.

Meteo 30 marzo – 1 aprile: nuova ondata di gelo artico

Se il tempo più asciutto delle ultime ore e il ritorno di un timido sole avevano fatto ben sperare nella fine del freddo e nell’arrivo definitivo della primavera vis sbagliavate. Già dalle prossime ore è in arrivo sull’Italia una nuova corrente di aria gelida, questa volta di provenienza artica, che porterà nuove intense precipitazioni, tra piogge e nevicate, anche a bassa quota, e soprattutto il freddo. Nulla a che vedere con la fine di marzo e l’inizio di aprile. Stiamo scontando ora, un inverno primaverile.

Il tempo sta già cambiando al Nord Italia, con precipitazioni già in atto sulle Alpi di confine, portate dalla nuova perturbazione. Mentre sulla dorsale appenninica i cieli sono coperti e in alcuni tratti sta piovendo o nevicando. Mentre sul resto d’Italia il tempo variabile con cieli soleggiati ma parzialmente velati e nuvolosi o poco nuvolosi. Qualche pioggia sparsa sta cadendo sul nord della Toscana e sulla Sardegna.

Nel frattempo, la corrente di aria fredda proveniente dall’Artico, che sta già raggiungendo le zone dell’arco alpino, si estenderà nella giornata di lunedì 30 marzo alle regioni settentrionali, per poi estendersi da martedì 31 marzo anche al Centro-Sud, come prevede il servizio meteorologico di 3bmeteo.com. Questa irruzione di aria gelida porterà un brusco calo delle temperature e ulteriori nevicate anche a quote basse, soprattutto al Nord e sull’Appennino centromeridionale. A metà settimana, il tempo migliorerà gradualmente al Nord, ma farà ancora freddo.

meteo settembre
Pioggia (iStock)

Previsioni meteo della settimana

Durante la giornata di lunedì 30 marzo, il Nord Italia sarà colpito da piogge e rovesci intensi, soprattutto sulle zone alpine e sull’alta Pianura Padana. Le piogge si estenderanno alle altre regioni settentrionali, sebbene in forma più debole, in particolare sull’Emilia Romagna e sulla Liguria. Nevicherà da quota 600-800 metri. Al Centro il tempo sarà variabile, con schiarite, ma già dal pomeriggio è atteso un peggioramento, con piogge e rovesci sulle zone interne appenniniche, mentre lungo le coste sarà più soleggiato o asciutto anche se con nubi. Qualche pioggia sparsa è attesa nel pomeriggio sulle zone interne della Sardegna.

Al Sud, invece, i cieli saranno velati o parzialmente nuvolosi sulle regioni peninsulari, mentre già dal mattino pioverà sulla Sicilia, soprattutto orientale, e sulla Calabria meridionale tirrenica. Nel corso della giornata il tempo peggiorerà, con piogge e rovesci in estensione sulla Calabria, mentre sulle restanti regioni sarà più asciutto pur con nubi in aumento. Le temperature scenderanno al Nord, con un forte calo, mentre sull’alto Adriatico soffierà la Bora.

Martedì 31 marzo, mentre i fenomeni si estenderanno al Centro-Sud si esauriranno al Nord Italia. Sulle regioni settentrionali sono attese schiarite, soprattutto su quelle a Est, mentre sulle altre i cieli saranno ancora nuvolosi o parzialmente nuvolosi. Peggiora invece il meteo al Centro, con piogge e rovesci che cadranno soprattutto sulle zone interne adriatiche, mentre la neve cadrà anche a quote collinari, sempre sulle regioni adriatiche e sull’Appennino centrale. Al Sud potrebbe nevicare sulle colline dell’alta Puglia, mentre il tempo sarà più asciutto sulla bassa Calabria e sulla Sicilia, dove sono attese schiarite. Pioverà sulla dorsale appenninica meridionale e sulla Lucania, mentre durante la notte sono attese nevicate. Le temperature scenderanno ancora, sull’alto Adriatico soffieranno venti di Bora.

Nella giornata di mercoledì 1° aprile avremo un netto miglioramento al Centro-Nord, soprattutto sulle regioni occidentali, mentre al Sud, soprattutto nelle prime ore della giornata, insisterà ancora il maltempo. Sono attese schiarite sulle regioni settentrionali e centrali, salvo qualche annuvolamento residuo, in particolare sulle Alpi centro-occidentali e sulla dorsale adriatica. A inizio giornata sono previste piogge intense e rovesci su Puglia, Basilicata, anche con neve a quota collinare, Calabria e Sicilia, ma i fenomeni si attenueranno nelle ore successive. Si prevede un ulteriore calo delle temperature, tranne su Sardegna e Sicilia. I venti soffieranno tesi da Nord-est.

Neve e sole (iStock)