Home Meteo Meteo di fine marzo: neve a bassa quota, migliora nel weekend

Meteo di fine marzo: neve a bassa quota, migliora nel weekend

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:40
CONDIVIDI

Meteo di fine marzo: neve a bassa quota, il tempo migliora nel weekend. Le previsioni

meteo fine marzo neve weekend
Meteo, neve (iStock)

Un inizio di primavera all’inizio del freddo e del maltempo, con nevicate anche a bassa quota che ci hanno riportato in pieno inverno, quando quest’anno il vero inverno non c’è mai stato, nemmeno nei cosiddetti giorni della merla. Questa è l’anomala situazione meteorologica di questi giorni, con un peggioramento a inizio settimana, prima con calo delle temperature, vento forte e qualche spruzzata di neve, anche lungo le coste del versante adriatico, poi delle nevicate abbondanti anche a quota collinare, con alcune zone dell’entroterra al Centro Italia dove è caduto fino a mezzo metro di neve. Nevischio misto a pioggia sulle coste adriatiche, neve sulle pianure del Nord, come a Torino, e neve anche al Sud, sebbene a quote più elevate.

Di seguito la situazione meteo attuale e le previsioni per i prossimi giorni. Ecco che tempo farà.

Leggi anche –> Meteo di fine marzo: neve a bassa quota, migliora del weekend

Ricordiamo che nella notte tra sabato 28 e domenica 29 marzo torna in Italia l’ora legale.

Meteo di fine marzo: neve a bassa quota

Vento, freddo, pioggia e neve, anche a basse quote, questa è la situazione meteorologica sull’Italia, a causa dell’ondata di aria gelida proveniente dai Balcani, dove al momento è pieno inverno. Una fine di marzo anomala, sebbene non eccezionale – anche in altri anni è capitato il freddo fuori stagione – ma che ci coglie di sorpresa dopo un inverno estremamente mite, un febbraio primaverile e un mese di marzo più variabile ma in cui era atteso l’arrivo definitivo della primavera. Invece dovremo aspettare molto probabilmente l’inizio di aprile, quando finalmente il tempo dovrebbe stabilizzarsi con l’arrivo di giornate miti e soleggiate.

Nel frattempo, il freddo e le cattive condizioni metrologiche obbligano gli italiani a stare chiusi in casa e a osservare con maggior rigore la quarantena da Coronavirus, nell’attesa che l’epidemia esaurisca la sua fase più virulenta.

La basse temperature e le precipitazioni, piovose, in pianura e al Centro-Sud, e nevose, sui rilievi e al Centro-Nord, stanno interessando quasi tutta la Penisola. Solo in Sardegna va un po’ meglio, con cieli parzialmente nuvolosi, ma in serata è attesa la pioggia.

Sulle pianure piemontesi sta nevicando, in particolare a Torino e provincia e nel Cuneese. Mentre sul Golfo di Trieste soffia impetuosa la Bora, con raffiche anche sopra i 120 km orari. Sulle Alpi nevica e le temperature sono crollate durante la notte, segnando fino a -10° C a quota 1-500 metri. Nevica anche sulle Prealpi, tra Veneto e Trentino e tra Piemonte e Valle d’Aosta.

Anche la città di Bologna è stata imbiancata da una spruzzata di neve, mentre la neve continua a cadere lungo la Via Emilia e in altre zone a bassa quota dell’Emilia Romagna. Sull’Appennino romagnolo ci sono fino a 20 cm di neve a 600 metri, che salgono a 50 cm sopra i 900 metri. I fiocchi bianchi sono arrivati fino a Rimini, frammisti a pioggia lungo la costa. Nevica anche in Toscana, in particolare sulle colline delle province di Prato e Pisa, con accumuli fino ai 10 cm già da 500 metri di quota.

Più a sud sulla costa adriatica, invece, piove, soprattutto tra Marche e Abruzzo, con pioggia fino a 50 mm. Piogge intense e acquazzoni stanno interessando il resto del Centro-Sud, soprattutto la costa del Lazio, la Campania, la Calabria, ala Lucania e la Sicilia orientale.

Meteo, pioggia (iStock)

Le previsioni per il weekend

A fine settimana il tempo comincerà a migliorare, ma sarà ancora variabile. Il vortice di bassa pressione sull’Italia, alimentato dall’aria fredda dai Balcani perderà forza, ma continuerà a influenzare ancora le condizioni meteorologiche sulla Penisola, come prevede 3bmeteo.com. Le temperature comunque riprenderanno a salire e la quota neve si alzerà. È attesa ancora qualche instabilità residua. Tra il pomeriggio e la serata di domenica il tempo subirà un nuovo peggioramento al Nord per l’arrivo di un nuovo impulso freddo dall’Europa del Nord.

Nella giornata di venerdì 27 marzo si esauriranno i fenomeni al Nord e sulle regioni nord-occidentali, con maggiori schiarite. I cieli saranno comunque ancora coperti o parzialmente nuvolosi. Mentre sul versante adriatico, continuerà a piovere. Piogge abbondanti durante la giornata al Sud e sulla Sicilia in particolare, poi le precipitazioni si attenueranno in serata, con piogge solo su Abruzzo e Molise.

Sabato 28 marzo il tempo migliorerà ancora, con ulteriori schiarite e cieli più soleggiati al Centro-Nord, con qualche nuvolosità irregolare. Al Centro il tempo sarà più nuvoloso, con qualche fenomeno locale nel pomeriggio sulle Marche meridionali e le zone interne di Abruzzo e Lazio. Previste nevicate sopra i 1.700 metri. Tempo più instabile sulla Sardegna, con qualche piovasco. Al Sud il tempo sarà più instabile, con piogge e temporali su Campania e Puglia. Le temperature saranno in aumento.

Domenica 29 marzo, il tempo sarà più asciutto con cieli soleggiati o parzialmente nuvolosi quasi ovunque. Le nubi tuttavia aumenteranno sulle regioni settentrionali e torneranno le precipitazioni sulle Alpi di confine, con nevicate sopra i 1.600-1.800 metri. Piogge tra Prealpi e Pianura Padana. Al Centro cieli parzialmente nuvolosi con schiarite e qualche addensamento in più sul Lazio e sulla Sardegna, con deboli piogge. Al Sud il tempo sarà più variabile, con piogge su Puglia e Sicilia. Le temperature aumenteranno lievemente altrove, ma diminuiranno sulle Alpi.

Dall’inizio della prossima settimana è atteso un ulteriore peggioramento al Nord Italia e poi anche al Centro, con piogge e neve sulle Alpi. Mentre il tempo sarà più stabile al Sud.

Neve a marzo (iStock)