Home Dove, come e quando Ora legale 2020, quando entra in vigore

Ora legale 2020, quando entra in vigore

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:22
CONDIVIDI

Cambio dell’ora 2020: quando entra in vigore l’ora legale

Ora legale

Forse è l’ultima volta che tutta Europa sposterà le lancette dell’orologio in avanti. L‘ora legale 2020 entrerà in vigore nella notte fra sabato 28 e domenica 29 marzo alle ore 2 che dovremo mettere gli orologi avanti di un’ora, ossia alle 3. Dormiremo un’ora in meno quella notte, ma avremo un’ora di luce in più al pomeriggio. Le giornate si allungano, sebbene, in questi tempi di quarantena per il Coronavirus, possiamo ammirarle solo dalle finestre e i più fortunati dai terrazzi.

Ora legale 2020: ultimo cambio dell’ora

L’Unione Europea dal 1996 ha adottato lo stesso calendario per il cambio dell’ora, ovvero nel medesimo momento tutti i Paesi dell’Unione  più la Svizzera e i Paesi dell’Est spostano le lancette in avanti quando entra l’ora legale e indietro quando entra quella solare. Questo avviene nell’ultima domenica di marzo per l’ora legale e l’ultima di ottobre per quella solare. Ora questa pratica è messa in dubbio.

Dallo scorso anno il Parlamento Europeo discute sull’ora legale. I Paesi del Nord Europa vorrebbero abolirla, altri come l’Italia vorrebbero invece tenere il doppio orario. Una decisione verrà presa nel 2021 cercando una soluzione che soddisfi tutti gli stati membri, ma che contemporaneamente non crei disagi nei trasporti e nei traffici.

Un’ipotesi è quella di dividere l’Europa in due blocchi: del Nord e del Sud, dove al nord seguono l’ora solare e al Sud il doppio cambio. Al momento quindi quello che è certo è che il prossimo ottobre torneremo all’ora solare e prima del prossimo marzo, quando dovremmo ricambiare l’ora legale, sapremo se doverlo fare o se saremo solo noi italiani a doverlo fare.

Ora legale 2020 in Italia: cambio dell’ora

L’ora legale è stata ideata per avere un risparmio energetico, ossia sfruttare maggiormente la luce solare. Venne applicata per la prima volta in Gran Bretagna ad inizio del primo conflitto mondiale e fu subito seguita da altri Paesi tra cui l’Italia che la introdusse nel 1916 e la applicò fino al 1920. Fu abolita e ripristinata più volte fino al 1948, poi nel 1966 venne stabilita per legge e durava 4 mesi, poi dal 1980 6 mesi e dal 1996 la Comunità Europea decise per un’applicazione comune dall’ultima domenica di marzo all’ultima di ottobre.

L’ora legale 2020 entrerà in vigore nella notte fra sabato 28 e domenica 29 marzo alle ore 2 quando sposteremo l’ora in avanti e durerà fino alla notte fra il 24 e 25 ottobre 2020 quando sposteremo le lancette indietro tornando così all’ora solare.

L’ora del tramonto a Roma è in questi giorni intorno alle 18.30 e l’alba alle 6.00. Con l’ora legale il tramonto si sposterà di un’ora, così domenica 29 marzo il sole tramonterà alle 19.33, mentre sorgerà alle 6.57.

L’entrata dell’ora legale è un prepotente segno che la stagione sta cambiando, che la primavera è arrivata – nonostante le temperature rigide – e che l’estate si avvicina. E speriamo che ben presto l’epidemia finisca e di questa luce solare in più possiamo goderne all’aperto.

Autore: Cini Silvia

CONDIVIDI
Articolo precedenteLuca Di Nicola, morto a Londra a 19 anni: “Sospetto Coronavirus”
Articolo successivoGiuseppe Conte: sul Coronavirus ultimatum all’Europa
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.