Home News Covid 19 Lombardia | la paura di Fontana | “Troppi contagi da...

Covid 19 Lombardia | la paura di Fontana | “Troppi contagi da ieri”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:11
CONDIVIDI

Attilio Fontana esprime forte preoccupazione sull’aumento del numero di infetti del 25 marzo 2020. La situazione Covid 19 Lombardia resta critica.

Covid 19 Lombardia
News Covid 19 Lombardia il governatore Fontana allarmato dal numero elevato di contagi di ieri FOTO viagginews

La situazione Covid 19 Lombardia resta assai critica, ed il governatore Attilio Fontana esprime forte preoccupazione. A spaventare il presidente della Regione è l’alto numero di individui infetti, al quale corrisponde quotidianamente un rapporto altrettanto elevato di decessi.

LEGGI ANCHE –> Covid 19 | i morti avvolti in lenzuola imbevute di disinfettante

Fontana non nasconde tutto il proprio timore. Queste le sue parole riprese dai colleghi di yeslife.it: “Nelle ultime 24 ore i nostri corregionali risultati positivi al Coronavirus sono ben 2500. Una statistica purtroppo non bella, con un aumento di infetti eccessivo rispetto alla linea degli ultimi giorni. Bisognerà valutare se la cosa è da imputare ad un qualche fatto eccezionale legato ad un episodio particolare oppure se è questo il trend, ed in aumento. Cosa che risulterebbe alquanto imbarazzante. Non so se il picco tanto temuto sia già giunto oppure se c’è qualcosa che ci sfugge. Saranno i tecnici incaricati a fornire una valutazione su questo. Io non posso fare altro che dire di essere molto, molto preoccupato”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

LEGGI ANCHE –> Covid 19 Italia | lettera di una dottoressa | “Scampate questo inferno, state a casa”

Covid 19 Lombardia, Fontana: “Più tamponi da fare ogni giorno”

Il governatore parla ogni giorno in conferenza stampa per fornire le statistiche ufficiali aggiornate con cadenza quotidiana in merito alla crisi sanitaria Covid 19 Lombardia. Il governatore esprime criticità anche per quanto riguarda le linee guida da seguire sui tamponi. “Lo scorso 27 febbraio l’Istituto Superiore di Sanità affermava che i tamponi andavano fatti solamente a soggetti sintomatici. La Lombardia è la regione che più di tutte ha svolto i tamponi. Abbiamo sempre seguito alla lettera le direttive vigenti e lunedì abbiamo chiesto se dobbiamo continuare ancora ad attenerci alle stesse. Ma non ci sono giunte ancora risposte. Qualora le indicazioni dovessero cambiare, noi le seguiremo a patto che mi si dia tutto quanto è necessario per fare i tamponi e che ce ne lascino processare di più”.

LEGGI ANCHE –> Covid 19 Italia | neonato prende il Coronavirus a 50 giorni | come sta

“Le polemiche non servono a niente, ci dicano come agire”

I numeri in Lombardia sono sempre preoccupanti. “Abbiamo 10 milioni di residenti, con i 5mila test che compiamo ogni giorno in tutte le strutture sanitarie presenti sul nostro territorio, impiegheremo quasi 3 anni per controllarli tutti. Mi auguro che questo argomento non sia oggetto di frizioni perché rischiamo incomprensioni gravi con i cittadini. E le polemiche non sono mai utili. A parlare deve essere soltanto l’Istituto Superiore di Sanità, e ci dovrà dire in che modo comportarci e cosa invece andrà evitato”.

LEGGI ANCHE –> Burioni sul Coronavirus | “Se continuiamo ad uscire altro che estate”