Francia, virologo trova una possibile cura al Coronavirus

0
6

Il virologo francese Didier Raoult ha scoperto che la somministrazione di un farmaco per la malaria potrebbe essere una soluzione al Coronavirus.

Farmaco Coronavirus

Dalla Francia giungono delle notizie incoraggianti per quanto riguarda la ricerca di cure al Coronavirus. Mentre i casi di contagio continuano ad aumentare anche al di là delle Alpi, il virologo Didier Raoult ha effettuato dei testi su alcuni soggetti affetti dal Covid-19, riscontrando per il 75% di essi effetti sorprendenti. Lo studioso ha preso in cura 24 soggetti positivi al Coronavirus e li ha trattati utilizzando la clorochina, farmaco solitamente utilizzato per la malaria.

Leggi anche ->Coronavirus cura | la scoperta | “Due medicinali lo contrastano”

Intervistato in esclusiva dal quotidiano d’oltralpe ‘Les Echos‘, il dottor Raoult ha spiegato che insieme al farmaco ha somministrato degli antibiotici per curare la polmonite. Il risultato di questo cocktail di farmaci è stato altamente positivo: “associata all’assunzione di antibiotici mirati contro la polmonite batterica (l’azitromicina)  ha totalmente guarito i pazienti entro una settimana, mentre il 90% dei malati che non hanno assunto i farmaci sono sempre positivi”.

Leggi anche ->Coronavirus: 250 malati curati con il farmaco Tocilizumab

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Coronavirus, il farmaco per la malaria funziona ma serviranno altri test

Lo studio del virologo francese conferma i risultati di un precedente studio effettuato in Cina sempre sull’utilizzo della Clorochina. Al momento è ancora presto per essere certi che si tratti di una cura valida per tutti, ma il tempo di guarigione e la percentuale di guariti fanno ben sperare. Nei giorni precedenti sono stati ottenuti risultati positivi dall’utilizzo di altri farmaci, anche questi in fase di test prima di una somministrazione globale. Ci sono poi equipe di studiosi che lavorano alla creazione di farmaci nuovi, appositamente creati per l’emergenza Coronavirus. Difficile dire quali siano al momento le tempistiche di conclusione degli accertamenti e del conseguente rilascio.

coronavirus