Home News Massimo Galli, chi è il noto infettivologo: carriera e curiosità

Massimo Galli, chi è il noto infettivologo: carriera e curiosità

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:11
CONDIVIDI

Carriera e curiosità sul noto infettivologo italiano Massimo Galli, direttore del reparto malattie infettive dell’Ospedale Sacco di Milano.

(screenshot video)

Laureato in medicina a metà anni Settanta a Milano, il professor Massimo Galli, membro della Comitato Tecnico Sanitario (CTS) del Ministero della Salute, è il direttore del reparto malattie infettive dell’Ospedale Sacco di Milano.

Leggi anche –> Maria Capobianchi, chi è il direttore del laboratorio di Virologia dell’Istituto Spallanzani

Classe 1951, il suo nome diventa noto a livello mediatico a partire da febbraio 2020, quando in Italia esplodono i casi di Coronavirus e l’infettivologo partecipa a molte trasmissioni televisive.

Leggi anche –> Chi è Francesca Colavita | assunta dopo aver isolato il Coronavirus

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Chi è l’infettivologo Massimo Galli, direttore del Sacco di Milano

Specializzato in Allergologia ed immunologia Clinica nel 1979 e successivamente in Malattie Infettive, il luminare italiano dal 2000 ha ottenuto la cattedra di Professore ordinario di Malattie Infettive all’Università di Milano. Tra gli altri incarichi, il medico è stato Direttore dell’Istituto di Malattie Infettive e Tropicali, Università di Milano. Inoltre, dal 2007 è membro della Commissione Nazionale AIDS. Fa anche parte del Consiglio di Presidenza di ANLAIDS, ovvero l’associazione nazionale lotta all’AIDS.

Dal 2017, è presidente della Società malattie Infettive e Tropicali (SIMIT). Presidente Gruppo Italiano Studio Crioglobulinemie, vanta oltre 400 pubblicazioni su riviste internazionali ed è stato inserito in diverse pubblicazioni a carattere scientifico. Tra gli argomenti dei quali si è occupato, c’è l’infezione del virus dell’immunodeficienza umana. Il medico è coordinatore di varie iniziative di ricerca a livello nazionale ed internazionale.