Home News Coronavirus vaccino | il Migal di Israele “Pronto in qualche mese”

Coronavirus vaccino | il Migal di Israele “Pronto in qualche mese”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:31
CONDIVIDI

L’istituto Migal che ha sede in Israele annuncia di avere compiuto progressi per la realizzazione di un vaccino contro il Coronavirus. E non è il solo.

Coronavirus vaccino
Situazione Coronavirus vaccino annuncio di un istituto di Israele FOTO viagginews

Un istituto di Israele fornisce una importante notizia in merito alle news di Coronavirus che giungono dal mondo. Si tratta del ‘Galilee Reasearch Istitute’ (Migal), del quale alcuni ricercatori sostengono di avere tutto quanto serve per potere mettere a punto un vaccino.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus Napoli | donna morta in casa | “Abbandonati qui con lei” VIDEO

“Abbiamo raggiunto significativi risultati scientifici tali da potere portare alla rapida creazione di un vaccino contro il Coronavirus”. Il Migal riferisce inoltre di avere raggiunto “questa possibilità identificandola come sottoprodotto dello sviluppo di un vaccino contro l’Ibv (virus della bronchite infettiva), una malattia che colpisce il pollame, la cui efficacia è stata dimostrata in studi preclinici condotti presso l’Istituto stesso”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Coronavirus vaccino, il Migal illustra i suoi progressi

I ricercatori israeliani, stando a quanto riportato da diversi organi di stampa internazionali ed anche italiani (in primis ‘Panorama’) aggiungono anche che “dopo aver apportato le necessarie modifiche genetiche per adattare il vaccino al Covid-19 stiamo lavorando per ottenere le approvazioni di sicurezza che consentiranno test in vivo e consentire l’avvio della produzione di un vaccino per contrastare il Coronavirus. La variante di tale malattia che colpisce il pollame è molto somigliante al suddetto Covid-19, che invece attecchisce sull’uomo. Il meccanismo di infezione è molto simile”. Questo sembra rendere possibile la messa a punto di un vaccino potenzialmente efficace in un periodo di tempo relativamente breve.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus, sanzioni e arresto per chi viola i divieti: cosa si rischia

Ma si lavora in tal senso in tutto il mondo

Già a febbraio si era parlato di un possibile vaccino contro il Coronavirus grazie ad un articolo del ‘Jerusalem Post’. In esso si parlava di risultato da poter raggiungere in poche settimane e di messa a punto finale di un vaccino entro soli 90 giorni. Su un qualcosa di simile si sta lavorando anche in Cina, come confermato dal direttore del Centro Sviluppo di Scienza e Tecnologia della Commissione Sanitaria Nazionale, Zheng Zhongwei. Molti test hanno già avuto luogo sugli animali in laboratorio e si starebbe lavorando senza badare a spese. Voce confermata anche dal britannico ‘Daily Express’. E Stati Uniti ed Unione Europea non stanno a guardare. Negli Usa è la società biologica ‘Moderna’ con sede nel Massachusetts a percorrere la via di realizzazione di un possibile vaccino contro il Coronavirus. La UE ha invece messo a disposizione fondi iniziali per 47,5 milioni di euro per la ricerca.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus news | cancellato Indian Wells | tennis a rischio