Coronavirus, casi in aumento in Lombardia. Sala: “Ci vorranno due mesi”

0
5

L’assessore al Welfare Gallera spiega che i casi di Coronavirus sono in aumento in Lombardia e bisogna attenersi alle indicazioni del governo.

(MIGUEL MEDINA/AFP via Getty Images)

L’emergenza Coronavirus in Italia è ancora in pieno corso. Ieri il governo ha approvato un nuovo decreto con il quale si sancisce la chiusura delle scuole per 10 giorni. Un provvedimento che modifica lo stile di vita degli italiani in modo netto, anche perché non riguarda solo le zone colpite, bensì tutto il Paese. Lo scopo di una simile misura è quello di impedire che il contagio si diffonda anche al sud e nelle zone in cui i casi sono isolati.

Leggi anche ->Coronavirus | Conte “Chiudere scuole una mia responsabilità” VIDEO

Il decreto appena approvato riguarda anche gli eventi sportivi. Le partite di Serie A, ad esempio, potranno essere giocate solamente a porte chiuse. Tale limitazione verrà applicata finché sarà opportuno. Inoltre sono state condivise delle nuove indicazioni di comportamento per gli italiani, specie per quelli che abitano nelle zone maggiormente colpite. I cittadini sono invitati a mantenere una distanza di un metro l’uno dall’altro, ad evitare contatti di ogni tipo, siano essi baci, strette di mano o abbracci. Inoltre è stato consigliato agli over 75 di non lasciare i propri appartamenti.

Leggi anche ->Coronavirus, cosa prevede il nuovo decreto del governo

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Coronavirus, casi in aumento in Lombardia. Gallera: “Atteniamoci al cambio di stile di vita”

Sulle rigide misure approvate dal governo si è espresso questa mattina l’assessore al Welfare della Regione Lombardia Giulio Gallera. Questo ha spiegato che i casi di contagio sono in costante aumento e che in questo periodo è necessario attenersi alle indicazioni: “Importante che tutti rispettino uno stile di vita prudente“, poi ha precisato: “gli over 65 ma, per un periodo, tutti”.

Gli esperti parlano della necessità di un cambio di stile di vita per 30 giorni, dunque fino ad inizio Aprile, ma è possibile sia necessaria anche qualche settimana in più. Sul ritorno alla normalità si è espresso il sindaco di Milano Beppe Sala, dicendo: “Mi hanno spiegato (degli imprenditori cinesi, ndr) che il ritorno alla normalità per il loro business è cosa di questi giorni, ossia dopo un paio di mesi. Potrebbe essere così anche per noi. Questo ci fa capire quanto sia necessario adesso cambiare il nostro modo di vivere per contenere il contagio. Sono d’accordo con le decisioni del governo: in questo momento bisogna essere rigidi”.