Kobe Bryant, condivise foto dell’incidente. La moglie Vanessa: “Una vergogna”

0
6

I legali della moglie di Kobe Bryant hanno fatto sapere che la donna è sconvolta e arrabbiata con chi ha permesso la diffusione delle foto dell’incidente.

E’ passato poco più di un mese da quando l’elicottero di Kobe Bryant si è schiantato su una collina poco fuori Los Angeles causando la sua morte quella della figlia Gianna e di altre 7 persone. Una tragedia immane che ha portato via una leggenda del basket e che ha fatto commuovere tutto il mondo. Nelle settimane immediatamente successive tutto il mondo ha condiviso il proprio dolore nell’aver appreso il decesso improvviso del campione e delle persone che si trovavano con lui sull’elicottero.

Leggi anche ->Kobe Bryant, la dedica in italiano della moglie Vanessa fa commuovere

I media di tutto il mondo hanno approfondito i dettagli dell’incidente, cercando di comprendere l’esatta dinamica della accaduto. Inoltre sono state esaminate anche le identità e le vite di tutte le persone che si trovavano a bordo, un modo per raccontare chi ha perso la vita in quel giorno funesto. Negli stessi giorni sono trapelate anche le foto del sito dell’incidente. Non è chiaro chi le abbia scattate, ma di certo si sa che Vanessa Bryant aveva esplicitamente richiesto che la zona fosse interdetta ai velivoli proprio per evitare che venissero scattate delle foto.

Leggi anche ->Kobe Bryant moglie | le parole di lei per la figlia 13enne morta FOTO

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Kobe Bryant, la moglie Vanessa furiosa per le foto scattate sul sito dell’incidente

Nelle scorse ore sono uscite delle accuse secondo cui dei membri del dipartimento della polizia di contea siano  colpevoli della diffusione delle foto del sito dell’incidente. Una voce che ha devastato la moglie del campione Vanessa, la quale aveva espressamente chiesto allo sceriffo di evitare che accadesse. Tutta la sua indignazione è stata riportata ufficialmente dai legali della famiglia Bryant.

Nella nota ufficiale si legge: “La nostra cliente, Vanessa Bryant, è letteralmente devastata dalle accuse secondo cui degli ufficiali del Dipartimento dello Sceriffo di Lost Hills Los Angeles e del Los Angeles County Fire Department abbiano deliberatamente diffuso scatti del sito dell’incidente. La signora Bryant era andata personalmente nell’ufficio dello sceriffo lo scorso 26 gennaio, richiedendo che l’area fosse dichiarata no fly zone e che fosse interdetta ai fotografi. Questo era di importanza vitale per lei, il cui desiderio era di proteggere la dignità di tutte le vittime, e dei suoi familiari”.

Kobe Bryant moglie