Home Meteo Previsioni meteo: colpo di coda dell’inverno con pioggia e neve

Previsioni meteo: colpo di coda dell’inverno con pioggia e neve

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:37
CONDIVIDI

Previsioni meteo: colpo di coda dell’inverno con pioggia e neve. Le previsioni del tempo.

previsioni meteo inverno pioggia neve
Meteo, neve (iStock)

Quando sembrava che ci fossimo lasciati l’inverno alle spalle, sebbene mite in modo anomalo, ecco che torna il freddo – se c’è mai stato -, con una nuova perturbazione che porterà in Italia pioggia, neve e calo delle temperature.  Il tempo ha cominciato a cambiare già da sabato 29 febbraio, poi peggiorerà ulteriormente nei prossimi giorni, quando pioverà un po’ ovunque e nevicherà in montagna. Un inizio di marzo più invernale che primaverile, peraltro già annunciato. Ecco che tempo farà in Italia.

Leggi anche –> Meteo Pasqua 2020: data e previsioni, sarà il solito copione

Previsioni meteo: torna l’inverno con pioggia e neve

Già da questo weekend sta cambiando il tempo sull’Italia e dopo giornate di sole e temperature miti, a parte il passaggio veloce di una perturbazione, avremo un inizio di marzo caratterizzato da un tempo invernale. È ancora presto per la primavera, sebbene il vero inverno non c’è mai stato quest’anno, mentre ci attendono giornate di piogge, neve in montagna, e calo delle temperature.

Infatti, per i meteorologi con l’arrivo di marzo inizia la primavera, mentre quella astronomica quest’anno sarà il 20 marzo. Quindi già a inizio mese, di norma, le temperature dovrebbero farsi più miti, nonostante il tempo variabile che solitamente caratterizza questo mese. Dopo l’anticipo di primavera, avremo invece un colpo di coda dell’inverno.

Tutta colpa di una nuova perturbazione in arrivo dall’Atlantico, che sta già portando i primi cambiamenti e proprio da domenica 1° marzo provocherà un intenso peggioramento su tutta Italia, a cominciare dal Nord e poi al Sud. Il maltempo sarà più intenso soprattutto nelle giornate di lunedì 2 e martedì 3 marzo. Secondo i meteorologi di 3bmeteo.com l’Italia sarà investita da un ciclone mediterraneo, alimentato dalle correnti atlantiche, che si formerà sul Mar Tirreno settentrionale per poi spostarsi a Est, verso i Balcani. Il ciclone causerà fenomeni intensi, accompagnati da venti di tempesta.

Sono attesi rovesci e temporali, anche con grandinate, mentre sulle Alpi e sugli Appennini tornerà la neve. Il maltempo, come abbiamo detto, durerà due giorni e colpirà prima le regioni centro settentrionali, a partire dal Nord-ovest, e poi quelle centro meridionali e l’estremo Sud. Poi, nei giorni seguenti tornerà l’alta pressione portata dall’anticiclone delle Azzorre e il tempo migliorerà gradualmente, sull’Europa occidentale e sul Mediterraneo, Italia inclusa.

Previsioni meteo in dettaglio

Per domenica 1° marzo è atteso l’arrivo del maltempo vero e proprio, dopo i primi cambiamenti di sabato 29 febbraio (quest’anno è bisestile). Dopo qualche pioggia al Nord-ovest e neve sulle Alpi occidentali, la giornata di domenica sarà caratterizzata da aperture su Piemonte, Valle d’Aosta e Liguria centro occidentale, mentre sulle restanti regioni settentrionali il cielo sarà coperto, con piogge e rovesci in pianura e neve sulle Alpi, sopra quota 900-1.000 metri. I fenomeni, poi, si concentreranno soprattutto al Nord-Est, sul Friuli, il basso Veneto e l’Emilia Romagna, mentre il tempo migliorerà al Nord-ovest.

Al Centro Italia, il tempo sarà instabile al mattino sulla Toscana, con piogge e rovesci, anche abbondanti, e neve sull’Appennino sopra quota 1.700 metri. Su Umbria e Lazio i cieli saranno nuvolosi, con fenomeni in arrivo a partire dal pomeriggio, anche sulle zone interne delle Marche. Invece lungo le coste adriatiche e sull’Abruzzo il tempo sarà caratterizzato da maggiori aperture. In serata sono attesi miglioramenti sulla Toscana.

Al Sud, sono previsti annuvolamenti sulle regioni tirreniche, con qualche pioggia tra pomeriggio e sera, in particolare su Campania e Calabria. I cieli saranno più sereni altrove. Le temperature saranno di massima stabili o in lieve aumento al Sud. I venti soffieranno da moderati a forti da Sud-Ovest e da Sud-Est. I mari saranno mossi o molto mossi.

Lunedì 2 e martedì 3 marzo

Nella giornata di lunedì 2 marzo, il maltempo si intensificherà al Nord e sulle regioni centrali tirreniche, compresa la Sardegna, con piogge, temporali e rovesci abbondanti. Inoltre, nevicherà sulle Alpi da quota 800-1.200 metri e sull’Appennino da quota sopra i 1.500 metri. Si prevedono anche locali grandinate. Sul resto d’Italia il tempo sarà migliore, ma con qualche pioggia attesa alla sera su Campania e Sicilia. Le temperature scenderanno sulle regioni settentrionali e quelle centrali tirreniche, mentre sulle restanti regioni si manterranno stabili. I venti soffieranno forti meridionali, con burrasche e mareggiate.

Martedì 3 marzo, sono attesi i primi miglioramenti al Nord-Ovest e sull’alta Toscana, con aperture e cieli, poco nuvolosi senza fenomeni. Sul resto d’Italia, invece, il tempo sarà ancora instabile, con forti piogge, rovesci e temporali, mentre nevicherà sulle Alpi centro-orientali, sopra quota 800-1.00 metri e sugli Appennini sopra i 1.200-1.500 metri di quota. I fenomeni potranno essere molto intensi sule regioni meridionali, in particolare sulla Calabria. Poi, in serata è previsto un miglioramento al Nord e sulle regioni centrali tirreniche. Le temperature scenderanno un po’ ovunque. I venti soffieranno forti da Nord-Ovest. I mari saranno molto mossi o agitati, con burrasche o mareggiate.

meteo-capodanno-2020-che-tempo-farà-31-dicembre (1)