Coronavirus, politico di centrodestra choc: “Napoli vive nell’immondizia”

Nuova polemica sul fronte Coronavirus: un consigliere di Pavia ha insultato su Facebook i napoletani (e non solo): “Ci schifa la gente che vive nell’immondizia”. 

“Noi lombardi veniamo schifati da gente che periodicamente vive in mezzo all’immondizia (napoletani et similia), da gente che non ha il bidet (francesi) e da gente la cui capitale (Bucarest) ha le fogne popolate da bambini abbandonati”. E’ quanto ha scritto su Facebook Niccolò Fraschini, consigliere comunale di Pavia eletto in una lista di centrodestra, riferendosi all’epidemia di Coronavirus esplosa nel Nord Italia. Ed è subito polemica, anche se nel frattempo il post è stato rimosso.

Leggi anche –> Coronavirus, il messaggio straziante di Lino Banfi commuove tutti 

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Un polverone tutto nazionale sullo sfondo dell’emergenza Coronavirus

Niccolò Fraschini si definisce sui suoi profili social europeista, liberale, attivo nel volontariato, sciatore, corridore, ottimista, testardo e juventino. E la sua carriera da consigliere comunale è tutta all’insegna del “prima il Nord”. Tanto che tra i suoi “bersagli” preferiti c’è lo stesso leader della Lega Matteo Salvini, da lui additato come traditore della causa dell’autonomia della Lombardia. Per non parlare del pentastellato Luigi Di Maio, che il Nostro paragona a un asino.

Come accennato, il consigliere pavese ha pensato bene di rimuovere il suo post dopo la valanga di critiche che gli è piovuta addosso. Ma ciò non è bastato a reprimere il moto di indignazione collettiva. Tra gli altri la responsabile dello sportello “Difendi la Città” e del progetto “Scegli Napoli”, Flavia Sorrentino, ha chiosato: “Ancora una volta, e in modo assolutamente gratuito, emerge il rancore che certi personaggi provano verso Napoli e i Napoletani”.

“Attraverso un post Facebook – ha aggiunto la Sorrentino – un politico pavese disprezza la nostra città usando il luogo comune dell’immondizia. Un fatto tanto più grave perché viene da un soggetto che si candida a rappresentare il popolo della sua terra. L’idea di costruire consenso attraverso l’odio è lontanissima dal modo di essere napoletano. E noi siamo lontanissimi da soggetti così. Ora basta. Il vostro odio è il vero virus da debellare e pian piano lo faremo”.

Anche il sindaco di Pavia, Fabrizio Fracassi, si è subito dissociato dalle dichiarazioni del consigliere: “Come primo cittadino di Pavia e come italiano, mi dissocio senza se e senza ma dalle dichiarazioni di Niccolò Fraschini, consigliere della lista civica ‘Pavia Prima’, così come si sono dissociati per intero la mia giunta e i consiglieri di maggioranza – ha dichiarato -. Vorrei considerala solo un’uscita infelice, ma la denigrazione è inaccettabile e va sempre respinta. In questi giorni, poi, in cui dovrebbe prevalere l’unità nazionale di fronte alla crisi, fa ancora più male leggere certe frasi di italiani del Nord contro italiani del Sud e di italiani del Sud contro italiani del Nord, come avvenuto dopo i primi casi del coronavirus in Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna”. “Il rispetto si deve a tutti – ha concluso Fracassi -. E attaccarci tra di noi, che siamo un unico popolo, è ancora più triste”.

Leggi anche –> Coronavirus, il governatore Zaia attacca i cinesi: “Mangiano topi vivi” 

Leggi anche –> Coronavirus, gli Stati Uniti sconsigliano i viaggi in Italia 

EDS