Home Idee di viaggio Come risparmiare al Carnevale di Venezia: programma, dove dormire e consigli utili

Come risparmiare al Carnevale di Venezia: programma, dove dormire e consigli utili

ULTIMO AGGIORNAMENTO 1:51
CONDIVIDI

Carnevale di Venezia low cost. Consigli per risparmiare: dove dormire, cosa fare e cosa vedere

carnevale di venezia low cost
Come vivere il Carnevale di Venezia low cost

 

Venezia vestita a festa per il Carnevale è uno spettacolo tutto da ammirare. Le sontuose maschere che colorano campi e calli, il programma fitto di eventi che spaziano dall’acqua al cielo, ossia dalle gondole al Volo dell’Angelo, che rendono entusiasmante ogni giornata e poi il fascino di star vivendo un’antichissima tradizione che da secoli rende ancora più speciale la città lagunare. Venezia è bellissima in ogni momento dell’anno, è speciale durante il Carnevale, ma è raramente economica, soprattutto durante il Carnevale i prezzi tendono ad alzarsi. Eppure anche in questo periodo di alta stagione, con i giusti consigli è possibile visitare Venezia e risparmiare.

Leggi anche-> Venezia in 1 giorno: 12 cose da vedere 

Consigli su come risparmiare a Venezia durante il Carnevale

Il Carnevale di Venezia è un evento davvero per tutte le tasche: si vai dai party esclusivi in alcuni dei più bei palazzi della città – la festa in Maschera al Ca  il costa 500 euro a testa – agli spettacoli gratuiti lungo il Canal Grande o in piazza San Marco. C’è da dire che già solo camminare per Venezia è uno spettacolo: ad ogni passo, ovunque si posi lo sguardo si incontra un qualcosa di speciale e raffinato, fra ponti, vicoli e palazzi. Vivere il Carnevale di Venezia low cost e risparmiare significa essere flessibili, pazienti e pronti a qualche lunga camminata.

Indubbiamente una delle voci più costose di una vacanza a Venezia è il soggiorno. Trovare un hotel economico durante il Carnevale di Venezia non è facile, sicuramente durante la settimana i prezzi sono più bassi che nel weekend. E se alloggiate a Mestre anziché a Venezia taglierete i costi del 50%!

Per quanto riguarda cosa mangiare e dove mangiare per risparmiare la soluzione più economica è il fai da te se alloggiate in un appartamento che dispone di cucina, oppure scegliete i bacari, piccole osterie tipiche dove bere un ombra, un bicchiere di vino, e mangiare piatti tipici veneziani a poco prezzo.

  • Non andate a Venezia nel weekend, meglio durante la settimana
  • Alloggiate a Mestre
  • Se state più di 1 giorno fate l’abbonamento per il vaporetto
  • Andate in treno e non in auto a Venezia
  • Evitate tutti i locali affacciati su Piazza San Marco
  • Guardate i menù dei ristoranti prima di entrarci
  • Scegliete i locali sulle vie meno di passaggio
  • Mangiate dai bacari
  • Camminate molto

Trasporti a Venezia: come risparmiare

I trasporti a Venezia avvengono ovviamente sull’acqua. Ci sono i traghetti della linea Centro che passano per il Canal Grande e il Canale della Giudecca e mettono in collegamento Piazzale Roma con il Lido di Venezia. Ci sono poi le linee esterne che collegano Venezia con le isole.

Il costo per una singola corsa è di 7.50 euro. L’abbonamento per un giorno costa 20 euro, per 2 giorni 30 euro, per 3 giorni 40 euro. Se state a Venezia solo 1 giorno potete fare a meno dell’abbonamento, ma già una in una permanenza di 2 giorni potrete apprezzare il risparmio e soprattutto il risparmio della fatica. Con Venezia Unica potrete caricare sulla vostra card biglietti di musei, teatri e il vaporetto: vi consentirà di saltare file e di avere già sul vostro smartphone tutto quello che vi serve senza perdere tempo a cercare botteghini e fare file.

Carnevale di Venezia: dove dormire low cost

hotel low cost venezia
Dove dormire low cost a Venezia

Venezia offre tantissime soluzioni di alloggio, sono numerosissimi infatti gli hotel, le pensioni. gli studio, i b&b e le case in affitto. Solo che nel periodo del Carnevale i prezzi salgono, oltre al fatto che trovare una camera libera a ridosso del periodo di Carnevale è davvero difficile. Se non ci avete pensato per tempo – giocare d’anticipo fa sempre risparmiare – vi dovrete dare da fare per trovare una soluzione non troppo costosa. Oppure potete rivolgere il vostro sguardo a Mestre.

Mestre dista appena 10 minuti di treno e il biglietto costa appena 1.25 euro. Potete anche raggiungere Venezia in bus con un tragitto di circa 15 minuti. Con il treno arrivate diretti alla stazione di Santa Lucia, con il pullman a Piazzale Roma, appena dietro la stazione.

Gli hotel a Mestre sono molto più economici che a Venezia: i prezzi sono circa la metà se non di più. Nell’ultimo weekend di Carnevale a Mestre potete trovare strutture a 5 stelle a circa 100 euro a notte per una doppia, quando l’equivalente a Venezia costa circa 300/400 euro a notte!

Se scegliete di soggiornare a Mestre scegliete un alloggio vicino alla stazione così da ridurre al minimo gli spostamenti.

Dormire a Venezia ha però ovviamente tutt’altro fascino oltre ad essere ovviamente più comodo. Svegliarsi e ritrovarsi già nella splendida Venezia, senza dover prendere treni e vaporetti, e potersi così tuffare nella bolgia del Carnevale è un lusso che ha però il suo indubbio costo.

Offerte hotel low cost per il Carnevale 2020

Per il Carnevale 2020 a Venezia i prezzi sono piuttosto economici per il primo weekend, quello che sancisce l’inizio del Carnevale, ossia l’8 e il 9 febbraio. Poi durante la settimana dal 10 al 14 febbraio potrete trovare soluzioni molto buone a prezzi accessibili: hotel 3 stelle a poco più di 100 euro per una doppia, ottimi B&B a meno di 70 euro per due persone, affittacamere sotto i 90 euro per una doppia. I prezzi salgono invece per il weekend del Volo dell’Angelo e la disponibilità di camere diminuisce, ma è nell’ultimo weekend del Carnevale 2020, ovvero fra sabato 22 e domenica 23 febbraio, che i prezzi salgono vertiginosamente con un aumento anche di 100 euro! E ancora più cari lo sono per l’ultima notte del Carnevale, ossia tra il 24 e il 25 febbraio.

Impossibile dunque dormire a Venezia a Carnevale e risparmiare? No, qualche offerta c’è ancora, ma dovete sbrigarvi! Più vi allontanate dall’epicentro dei festeggiamenti, ossia Piazza San Marco e più risparmiate. Tenete a mente anche che una volta arrivati alla stazione Santa Lucia dovrete con tutti i bagagli raggiungere a piedi – se volete risparmiare le camminate sono d’obbligo – il vostro hotel. Può essere un’ottima soluzione soggiornare quindi nei pressi della stazione.

Per risparmiare ulteriormente la soluzione è andare a Mestre: qui con 100 euro potrete dormire in hotel 5 stelle anche nei salati weekend del Carnevale 2020. Strutture di categorie inferiori costano perfino 50 euro per una doppia!

Ecco la mappa con le migliori soluzioni per il weekend del 15-16 febbraio 2020



Booking.com

 

Programma Carnevale di Venezia 2020: cosa fare spendendo poco

Gli eventi più importanti del Carnevale di Venezia 2020 si svolgono durante il weekend, il giovedì grasso e ovviamente nell’ultimo giorno di Carnevale. Durante la settimana si possono visitare mostre o partecipare agli speciali di San Valentino il 13 e 14 febbraio. In qualsiasi giorno del Carnevale vedrete comunque innumerevoli maschere sfilare per la città fra coriandoli e sontuosi vestiti.

carnevale di venezia
Le date e il programma del Carnevale di Venezia

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteSanremo 2020 | Ghali cade dalle scale, attimi di panico: poi la sorpresa per tutti
Articolo successivoCarnevale di Venezia 2020: programma, attività, eventi gratis
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.