Coronavirus: donna contagiata partorisce, ecco come sta la bimba

La piccola è nata il 30 gennaio scorso in un ospedale cinese da una donna incinta infettata dal nuovo coronavirus: un piccolo miracolo dopo le notizie allarmanti di questi giorni.

L’annuncio è arrivato con un tweet di China Daily. “Buone notizie!”, si legge nello stringato messaggio social, “una donna incinta infettata dal nuovo coronavirus ha dato alla luce una bambina in buona salute in un ospedale di Harbin, nella provincia di Heilongjiang, il 30 gennaio”. Proprio così. La mamma e la neonata sono ora in condizioni stabili e, soprattutto, la piccola non è risultata positiva al virus. Naturalmente entrambe sono in quarantena. Ma il personale sanitario – munito di tute, protezioni al volto e mascherine per evitare il rischio di contagio, come mostrano le immagini pubblicare a corredo del tweet – esulta con la bambina in braccio per il piccolo miracolo.

Leggi anche –> Coronavirus Italia: circa 40 in osservazione allo Spallanzani – VIDEO

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Una buona notizia tra gli allarmismi sul Coronavirus

Nelle scorse ore Na Hui, vicepresidente dell’ospedale di Harbin, ha tenuto una conferenza stampa per fornire ulteriori dettagli sulla notizia. La donna era incinta di 38 settimane quando la sua temperatura ha toccato i 37,3 gradi. E una settimana fa era stata sottoposta a tutti gli accertamenti del caso, i quali avevano confermato la diagnosi di polmonite da coronavirus (che – lo ricordiamo – in Cina ha già ucciso 362 persone, superando così il numero dei morti da Sars). I medici hanno eseguito un cesareo d’urgenza e, nel frattempo, la febbre della mamma è fortunatamente scesa. Subito dopo essere venuta al mondo, anche la neonata è stata sottoposta alle analisi previste dal protocollo, ma i risultati hanno confermato che è gode di ottima salute. Per il momento, comunque, tutti gli operatori sanitari che hanno preso parte all’intervento sono sotto osservazione e, come misura di prevenzione, resteranno in isolamento per il tempo previsto in casi del genere.

Leggi anche –> Coronavirus, agguato choc a Frosinone: sassi contro studenti cinesi

Leggi anche –> Coronavirus, genitori in ansia: “Le nostre figlie bloccate in Cina”

EDS