Home Mete Top Cosa vedere a Sanremo durante la settimana del Festival 2020

Cosa vedere a Sanremo durante la settimana del Festival 2020

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:13
CONDIVIDI

Sanremo non è solo la città del Festival della Canzone Italiana: cosa vedere durante la settimana della kermesse 2020.

cosa-vedere-sanremo (2)
iStock

Se avete deciso di andare a Sanremo per vivere al 100% l’atmosfera del festival vi starete chiedendo quali sono le altre attrazioni in città da visitare durante questa ricca settimana di festeggiamenti. La città infatti non si racchiude solo attorno al Teatro Ariston, sede del Festival, ma offre moltissimi scorci e location interessanti da visitare. Sanremo non è solo Festival ed è quindi tempo di scoprire la città al meglio, in ogni suo angolo e non solo d’estate. Se viene infatti considerata come meta estiva, a ragione, anche in inverno si potrebbe decidere di scoprire le bellezze della Liguria e di questa città.

Cosa vedere a Sanremo?

Sicuramente infatti potreste dedicarvi alla scoperta della parte più antica della città, chiamata La Pigna. Ci si accede tramite una piccola via in salita che si congiunge con Via Palazzo, una delle vie dello shopping. Da qui, in 10 minuti, potrete raggiungere un belvedere e soprattutto addentrarvi veramente nei vicoli liguri che si trovano in questa parte della città. Altra location da visitare a Sanremo è il lungomare con forte Santa Tecla e i famigerati cannoni che servivano come arma di difesa sia dagli stranieri che dagli attacchi dei cittadini stessi che si volevano difendere dai domini dei vari padroni dell’epoca.

Il casinò municipale di Sanremo e dove andare a fare shopping in città

Per gli appassionati dello shopping poi a Sanremo ci sono due vie principali da non dimenticare, Via Matteotti e Via Palazzo. Qui potrete dedicarvi alla scoperta dei negozi più di lusso e quelli più low cost. Se poi volete tentare la sorte potreste anche decidere di andare alla scoperta del Casinò di Sanremo. 

Cosa scoprire nei dintorni di Sanremo: i borghi più interessanti

Nelle immediate vicinanze della città poi ci sono dei piccoli borghi dell’entroterra molto caratteristici. Merita di essere scoperta infatti Bussana Vecchia, un antico paese distrutto da un terremoto e oggi abitato e ricostruito da un piccola ma coesa comunità di artisti che hanno aperto le loro case trasformandole, oltre che in abitazioni, in gallerie d’arte. Altra location molto bella è sicuramente Dolceacqua e Apricale. Quest’ultima sembra un piccolo baluardo aggrappato ad una roccia. Tutto realizzato in pietra ha un intrico di vie lastricate con delle minuscole aperture verso il cielo tra i palazzi. Non dimenticate poi di visitare anche Triora, definito il paese delle Streghe e carico di storia e fascino senza tempo.