Home Dove, come e quando Australia, costo delle sigarette da record

Australia, costo delle sigarette da record

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:46
CONDIVIDI

Australia aumento record del prezzo delle sigarette: fino a 30 euro per un pacchetto

sigarette australia
Aumenti in Australia per il costo delle sigarette

Per smettere di fumare uno dei modi più efficaci è ovviamente quello di non comprare più le sigarette. Vi sembra però impossibile resistere alla tentazione dell’acquisto? Dipende da quanto costano. E’ probabile infatti che quando un pacchetto vi costa circa 30 euro voi smettiate. Un prezzo del genere infatti metterebbe in crisi anche il più incallito fumatore. Almeno ciò è quello che si augura l‘Australia che ha reso noto il suo ennesimo aumento del prezzo delle sigarette. Il prezzo delle sigarette varia nei diversi Paesi del mondo con costi irrisori in alcuni Paesi e altissimi in altri.

Australia, quanto costano le sigarette

L’Australia deteneva già il primato di Paese con il prezzo delle sigarette più alto al mondo. La battaglia contro il fumo è parte integrante di tutte le politiche australiane e sono stati sperimentati diversi escamotage per disincentivare il fumo (dal colore dei pacchetti alle immagini alle pubblicità shock). Quello che però sembra avere maggiore presa sui fumatori che diventano così ex, è il prezzo. Secondo l’Organizzazione mondiale della Sanità il costo alto di un pacchetto di sigarette ha l’effettivo potere di far smettere di fumare o almeno incide notevolmente sul numero di sigarette fumate.

Finora il prezzo medio in Australia per un pacchetto di sigarette era di circa 14 euro. Ora con l’aumento del 2020 i prezzi schizzano alle stelle: si va dai 18 euro (29 dollari australiani) ai quasi 30 euro (50 dollari australiani). Cifre altissime che ci si aspetta diano una sostanziale mano a far spegnere anche l’ultima sigaretta.

Con questo nuovo aumento del 25% in più che scatterà il 1 settembre 2020, l’ottavo consecutivo, il governo prova a battere a suon di dollari la dipendenza da nicotina. All’aumento del prezzo delle sigarette si accompagnerà una massiccia campagna informativa sui danni del fumo per persuadere i giovani a non iniziare e i fumatori a smettere. E forse lì dove non può la volontà, potrà il conto in banca.

Se avete il brutto vizio del fumo sappiate quindi che se andate in Australia smetterete, perché a quelle latitudini il brutto vizio del fumo vi costerà tantissimo (sotto tutti i punti di vista!)

CONDIVIDI
Articolo precedente17enne decapitato e smembrato: la Polizia arresta il sospetto omicida
Articolo successivoVoli low cost Ryanair: offerta lampo per volare fino a giugno 2020
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.