Home Curiosità Power Bank in vacanza: che caratteristiche deve avere?

Power Bank in vacanza: che caratteristiche deve avere?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:50
CONDIVIDI

Come scegliere la power bank giusta per il vostro cellulare prima di andare in vacanza.

donna vacanze viaggio power bank
(iStock)

Lo sappiamo. Oggi come oggi avere un cellulare funzionante e con una buona batteria quando si va in vacanza è praticamente tutto. Serve per fare le foto, per controllare il ristorante dove andare a cena, guardare le recensioni, mettere la mappa per raggiungere la destinazione. Il cellulare in vacanza è diventata una nostra appendice ed è difficile riuscire a stare senza. Eppure ci sono delle volte in cui purtroppo facciamo troppo foto o usiamo delle app che “rubano” tanta energia e così dopo qualche ora il nostro telefono è scarico. Se questo succede a casa o in ufficio il problema non sussiste perché basta collegarsi ad una presa e tutto torna a regime. Se siamo in vacanza questo potrebbe invece essere un bel problema. Come fare? Serve necessariamente una power bank, ossia una batteria esterna da collegare al cellulare che lo possa ricaricare. Ma quale scegliere?

La power bank perfetta da comprare prima di partire per una vacanza

Come abbiamo detto il cellulare in vacanza è una sorta di prolungamento del nostro braccio. Foto, video, mappe, suggerimenti, indicazioni, ristoranti… tutto si trova in questo piccolo apparecchio e si scarica potremmo trovarci in difficoltà. Come fare allora? Comprare una power bank è sicuramente una soluzione. Ma che caratteristiche deve avere?

  • Occhio al prezzo: questo è uno di quei casi in cui più spendi meno spendi. Se infatti per tante altre cose possiamo chiudere un occhio sul prezzo, nel caso delle power bank spendere poco significa spesso avere una resa scarsa. Quelle piccole batterie portatili a forma di penna che costano circa 20 euro dopo poco tempo dall’uso si scaricano e anche se le si ricarica non avranno mai la resa iniziale. Meglio quindi spendere un po’ di più.
  • La potenza: la vostra power bank deve essere abbastanza potente da riuscire a ricaricare per intero il vostro cellulare almeno 2 volte al giorno. Questo implica che le dimensioni non potranno essere minuscole, così come il peso. Un fardello da portare? Sì, ma sarete al riparo da brutte sorprese.
  • Led: è importante che la vostra power bank abbia delle lucine led per indicarvi se sta caricando, se ha bisogno di essere ricaricata e soprattutto anche un indicatore di quanta batteria rimane. Solo così non avrete brutte sorprese.