Home Idee di viaggio Terme in autunno all’aperto: dove andare, i luoghi più belli e imperdibili

Terme in autunno all’aperto: dove andare, i luoghi più belli e imperdibili

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:13
CONDIVIDI
Bagni di Bormio in autunno (QC Terme Bagni di Bormio/Facebook)

Terme in autunno all’aperto: dove andare, i luoghi più belli e imperdibili.

Quale stagione migliore dell’autunno per andare alle terme? Soprattutto le terme all’aperto, quando il sole torrido e il caldo afoso se ne sono andati ma le temperature sono ancora dolci e piacevoli. Immersi nell’acqua calda, poi, l’esperienza è sensazionale.

Terme per le cure, in vista dell’inizio della stagione fredda, ma anche per il relax, per ricaricare le batterie in vista dei nuovi impegni e per la bellezza del corpo. A ognuno le sue terme e le sue preferenze. L’Italia ne offre tante. Qui vi suggeriamo le località più belle, con i servizi migliori. Ecco dove andare.

Terme in autunno all’aperto: dove andare

L’autunno è la stagione ideale per prendersi cura del nostro corpo, capitalizzando i benefici dell’estate e preparandosi all’arrivo dell’inverno. Le terme sono il luogo perfetto per coccolarsi e rilassarsi prima dell’arrivo dei grandi impegni e della stagione fredda.

Dalle vere e proprie cure, ai trattamenti per il benessere, il relax e la bellezza, le terme hanno moltissimo da offrire. Tra bagni in acque termali, vapori, massaggi, fanghi e attività fisica, possiamo sfruttare questa stagione di passaggio per arrivare all’inverno in piena forma e al massimo delle energie. Freddo e stress non ci troveranno impreparati. Meglio ancora se si fanno bagni in vasche termali all’aperto, per assaporare l’ultimo sole e ammirare il paesaggio circostante che diventa di colore oro e rosso.

Vi proponiamo una selezione luoghi bellissimi in Italia dove andare per le terme in autunno all’aperto. Posti imperdibili per rilassarsi e prepararsi all’arrivo dell’inverno.

Bagni di Bormio

Bagni Vecchi di Bormio (iStock)

Le terme di Bormio sono molto rinomate. Si dividono in Bagni Vecchi e Nuovi e offrono diverse, bellissime vasche a cielo aperto, con vista mozzafiato sulle montagne circostanti, insieme a servizi per tutte le esigenze di cura del corpo e bellezza. Qui, sotto il Passo dello Stelvio, circondati dallo spettacolo dei boschi che cambiano di colore e dalle imponenti montagne del gruppo Ortles-Cevedale potete fare un super bagno rilassante nell’antica vasca in pietra dei Bangi Vecchi, vicino alla chiesetta medievale di San Martino, oppure nelle vasche all’aperto dello stabilimento termale, che offrono acque con diverse proprietà. Un trattamento molto particolare è il Forest bathing, un vero e proprio bagno nel verde, relax per corpo e mente. L’ingresso alle terme è a pagamento, ma ci sono tante offerte e promozioni di cui approfittare.

Terme di Saturnia

terme saturnia
Terme libere di Saturnia, Cascate del Mulino (iStock)

Impossibile non citare le Terme di Saturnia, meta classica e imperdibile delle terme all’aperto. Con la loro grande vasca naturale, sempre aperta al pubblico, delle Cascate del Mulino, dove si formano piccole piscine sugli ampi gradini, sono molto frequentate durante tutto l’anno. L’acqua che sgorga è termale naturale e il paesaggio circostante è da cartolina. Le cascate sono immerse nella natura, accanto ad un casale in pietra. Per i trattamenti termali più specifici e per il centro benessere si trova nelle vicinanze lo stabilimento termale a pagamento. Alle Cascate del Mulino si può andare anche di notte, un bagno sotto le stelle è uno spettacolo indimenticabile. Le cascate delle terme di Saturnia sono libere, accessibili tutti i giorni gratuitamente e a qualunque orario. Nel 2020, tuttavia, verrà introdotto un ticket a pagamento, a basso prezzo, per contenere l’affollamento e preservare l’ambiente, anche dalla sporcizia.

Nelle vicinanze si trovano un parcheggio gratuito e un punto ristoro, che dispone anche di bagni e docce. Le Cascate delle terme di Saturnia si trovano in Toscana, nel Comune di Manciano, in provincia di Grosseto.

Bagno di Romagna

Roseo Euroterme Wellness Resort (Facebook)

Un altro luogo imperdibile per le terme all’aperto è Bagno di Romagna, località della provincia di Forlì-Cesena situata ai piedi dell’Appennino tosco-romagnolo, al confine con il Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, dove approfittare di una passeggiata rilassante nel bosco, tra i bellissimi colori dell’autunno. Lo stabilimento termale di Bagno di Romagna offre diverse piscine con acque termali, accessibili anche di notte, tra cui la grande vasca all’aperto, ideale per il relax. Lo stabilimento ha anche una grotta termale, saune e  centro benessere con spa.

Bagni San Filippo

Bagni San Filippo, Toscana (iStock)

In Toscana, oltre a Saturnia un’altra famosa sorgente termale libera sono i Bagni San Filippo, nell’omonima frazione della campagna di Castiglione d’Orcia, in provincia di Siena. Qui, cascatelle di acque sulfuree con grandi concrezioni calcaree scendono dalle rocce in mezzo alla foresta e assumono forme curiose che caratterizzano il paesaggio. La più imponente è la cascata della balena bianca. I Bagni San Filippo sono tra le migliori terme gratuite in Italia. L’accesso alle vasche all’aperto è libero e gratuito. Nelle vicinanze si trovano alberghi e spa a pagamento con tutti i servizi aggiuntivi. Un’occasione imperdibile anche per visitare anche la meravigliosa Val d’Orcia.

Terme dei Papi

Terme dei Papi (TripAdvisor)

Nei pressi di Viterbo troviamo le spettacolari Terme dei Papi con la loro grande piscina di acqua termale all’aperto, aperta tutto l’anno. Per le sue dimensioni di oltre 2.000 mq, la piscina è chiamata Monumentale ed è alimentata dalle vicine sorgenti del Bullicame, con la temperatura dell’acqua a 58°. Le sorgenti formano a loro volta altre vasche naturali all’aperto, chiamate appunto Terme del Bullicame, accessibili gratuitamente ma senza servizi, situate nell’omonimo parco. A pochi metri di distanza sorgono altre vasche naturali all’aperto, le Piscine Carletti. Per accedere alla vasca Monumentale delle Terme dei Papi si paga una piccola tariffa di ingresso. Sono quindi terme convenienti, per chi vuole fare solo il bagno ternale. Poi c’è anche lo stabilimento termale al coperto, con altre piscine e tutti i servizi, come sale per trattamenti e cure, centro benessere e spa.

Terme di Bagno Vignoni

Terme libere della Valle dei Mulini a Bagno Vignoni (iStock)

Sempre in Toscana e ancora in Val d’Orcia, una bellissima località dove andare è Bagno Vignoni, incantevole borgo famoso per la grande vasca centrale al centro del paese, circondata da edifici storici in pietra. I bagni termali all’aperto non si fanno più da anni nella vasca del borgo, ma in quella scavata nel terreno del Parco dei Mulini, situato sotto al borgo. La vasca si trova ai piedi di una parete di rocce calcaree, circondata dagli arbusti della macchia mediterranea. L’acqua termale viene dalla piazza del paese ed è tiepida. La vasca è profonda pochi centimetri, ma ci ci può immergere nelle giornate non troppo fredde. Per trattamenti più completi e un bagno in acque più calde e profonde ci sono gli stabilimenti termali. Visitare questo posto è comunque un’esperienza da fare.