Home Dove, come e quando Saturnia, niente più terme gratis: ora si paga

Saturnia, niente più terme gratis: ora si paga

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:59
CONDIVIDI
terme saturnia
Terme libere di Saturnia, Cascate del Mulino 

Le Cascatelle del Gorello, le terme libere e gratuite di Saturnia, diventeranno a pagamento

Sono uno dei luoghi più incantevoli d’Italia, una delle terme all’aperto e gratuite più amate e apprezzate del nostro Paese, una vera e propria oasi naturale in un luogo meraviglioso come è la Maremma Toscana. Le Cascatelle del Gorello, le terme di Saturnia, in provincia di Toscana sono talmente amate che migliaia di persone le affollano ogni weekend a partire dalla Primavera. Si arriva quasi a 3mila persone al giorno.

Leggi anche -> Le terme gratuite più belle d’Italia

Quest’esercito di turisti è però anche un esercito di incivili che lasciano sporcizia e rifiuti. Una situazione che rischia di danneggiare il delicato equilibrio ambientale del posto e che impone alla società che gestisce le terme un netto cambiamento. Per questo si è deciso di frenare le presenze alle terme con un biglietto d’ingresso. Le terme di Saturnia non saranno quindi più gratis, ma diventeranno a pagamento.

Terme di Saturnia a pagamento: quanto costa e da quando

Il provvedimento del ticket d’ingresso alle terme di Saturnia dovrebbe scattare dal prossimo Aprile quando terminerà il contratto di comodato d’uso gratuito della zona a favore del Comune e la gestione passerà alle Terme di Saturnia. L’obiettivo non è quello di lucrare sui biglietti, quanto di disincentivare il turismo mordi e fuggi a favore di chi sceglie di passare qualche giorno di vacanza in Maremma. 

Il biglietto d’ingresso alle terme dovrebbe costare molto poco, una cifra simbolica, fanno sapere e non varrebbe per i residenti, né per chi soggiorna negli alberghi, b&B o agriturismi della zona. Così facendo si spera di contenere l’afflusso turistico per tutelare l’ambiente. Infatti oltre all’inciviltà di lascia i rifiuti a terra è da segnalare anche il gran traffico che si crea nei fine settimana quando migliaia di macchine si affollano fra le colline della Maremma. E non è tutto le terme di Saturnia hanno anche dovuto vedersela con i campeggiatori liberi che in barba ad ogni regola hanno scelto di piantare la tenda vicino alle cascate. Solo lo scorso anno i Vigili Urbani hanno confiscato 50 tende.

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteTerremoto Indonesia, scattata allerta tsunami a Sulawesi
Articolo successivoLady D, l’ultima verità: “Una sola lesione, poteva salvarsi” – VIDEO
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.