Quando andare a Budapest: clima, eventi e come vestirsi

Il clima di Budapest per ogni stagione: quando fa più freddo, come vestirsi e il periodo migliore quando andare e gli eventi per ogni mese

Budapest bella e sofisticata com’è adagiata sul Danubio, elegante con i suoi palazzi, maestosa con il suo castello e il Parlamento sul fiume, eppure divertente, artistica e caldissima con le sue oltre 140 sorgenti termali. Budapest è una città ideale in ogni stagione dell’anno: a dicembre vi accoglierà con vin brulè e i suoi mercatini di Natale, in primavera vi farà vivere i suoi parchi e i suoi festival, in estate vi farà prendere il sole lungo il Danubio e vi farà partecipare ad eventi e concerti e infine in autunno vi coccolerà con le sue terme. Se state pensando a quando andare a Budapest, volete sapere quando fa più freddo, come vestirsi, cosa aspettarsi dal clima di Budapest e quali sono gli eventi in ogni mese ecco la risposta a tutte le vostre domande sul periodo migliore per andare a Budapest.

Il clima di Budapest

Budapest ha un clima continentale che significa inverni freddi ed estati calde, ma non è un clima eccessivamente piovoso. Le precipitazioni sono distribuite nel corso dell’anno con un picco in tarda primavera e in autunno inoltrato, il che significa che a giugno nonostante inizi a fare caldo ombrello e k-way sono indispensabili. Il soleggiamento è scarso nei mesi invernali, mentre è più abbondante in quelle estive. Ciò significa che in inverno fa molto freddo ed il cielo è grigio e gennaio è il mese più freddo in assoluto, mentre in estate il cielo è soleggiato e le temperature sono piacevoli, anzi a volte perfino eccessivamente calde ed il mese più bollente è luglio. In ogni caso nessuna stagione ha clima così ostico da rendere impossibile un viaggio a Budapest.

Budapest in inverno

L’inverno di Budapest che va da dicembre a febbraio sa essere davvero molto aspro con temperature minime che scendono sotto lo zero e le massime poco al di sopra. A Gennaio, il mese più freddo dell’anno, si toccano i -4 di minima. Nevica spesso sebbene raramente sono nevicate abbondanti. A volte i venti gelidi della Russia irrompono e in quei casi le temperature crollano abbondantemente sotto lo zero e soffia un vento gelido e tagliente. Fortunatamente però sono eventi non frequenti e brevi. A Dicembre il freddo e la neve rendono la città perfetta per il Natale: i mercatini, il profumo di vin brulè, le piste da pattinaggio sul ghiaccio. Insomma un presepe incantevole. A gennaio e febbraio i turisti in giro sono molto pochi eppure se non temete il freddo potrete apprezzare una città molto attiva fra mostre ed eventi. E poi ci sono le terme. Mai come in inverno potrete apprezzare il piacere di immergervi in un’acqua bollente.
Come vestirsi: vestiti prettamente invernali e adatti alla neve. Portatevi scarpe con una suola antiscivolo e adatta per il ghiaccio (spesso si sono gelate notturne).

Eventi in inverno a Budapest

Dicembre: dal 6 dicembre, giorno di San Nicola, iniziano i festeggiamenti per il Natale. Mercatini, alberi di Natale, addobbi, piste di pattinaggio. A Capodanno grande festa in piazza.
Gennaio: dopo l’epifania inizia il Carnevale un evento sentito in tutta l’Ungheria. Feste in maschera e sfilate si susseguono.
Febbraio: il Mangalica Festival è una sagra dove potrete assaggiare salumi derivati da questa particolare razza di maiale.

Primavera a Budapest

La primavera inizia a marzo e termina a maggio ed è la stagione a più alto tasso di variabilità. A marzo giornate molto miti si alternano ad altre estremamente fredde e possono esserci nevicate, ad aprile la variabilità rimane ma il caldo aumenta con massime che raggiungono i 20 gradi. A maggio possono esserci giornate bollenti fino a 30 gradi, ma capitano anche annate in cui maggio è almeno nella prima parte molto freddo. Ma al di là di qualche giornata gelida o di qualche eccezionalità ad aprile e a maggio si inizia a mettere il naso fuori casa e a godere delle temperature più miti.
Come vestirsi: a marzo vestiti invernali o comunque piuttosto pesanti, ad aprile e maggio il consiglio è vestirsi a strati così da potersi alleggerire in caso di giornate calde.

Eventi in primavera a Budapest

Marzo: il 15 marzo è la Festa Nazionale e celebra la rivoluzione Ungherese del 1848. A fine marzo inizia il Budapesti Tavaszi Fesztival un festival di musica classica e jazz, balletto e molti atri spettacoli.
Aprile: la Pasqua è una festività molto sentita. Piatti tipici, laboratori per colorare le uova e mostre dedicate.
Maggio: il 13 ha luogo il festival dei musei. Nei giardini del Museo Nazionale Ungherese mostre all’aperto con opere provenienti dai musei ungheresi. Dal 17 al 20 invece si tiene il Festival Gastronomico nel parco Millenaris.

L’estate a Budapest

Il sole scalda Budapest e la città riempie i parchi e i tavolini dei caffè all’aperto lungo il Danubio. Da giugno ad agosto il termometro sale con punte mediamente fra i 24 di giugno e i 27 di luglio. Possono capitare delle perturbazioni atlantiche con qualche pioggia e un leggero fresco così come la città può essere investita a luglio e ad agosto da ondate di caldo africano che fanno salire i termometri fino a 37 gradi. Durano però pochi giorni poi il clima torna piacevole. Nel mese di giugno i temporali pomeridiani sono piuttosto frequenti.
Come vestirsi: se andate a Budapest in giugno è opportuno portarsi qualche giacca in più e attrezzarsi per le piogge; a luglio e agosto abbigliamento estivo sebbene la sera una giacca sia necessaria.

Eventi in estate a Budapest

Giugno: dall’2 al 24 giugno l’isola di Obuda si trasforma nell’isola dei bambini con un grande parco giochi; dall’8 al 17 invece si svolge il Carnevale sul Danubio con spettacoli musicali e di danza.
Luglio: prende il via a luglio il Festival estivo di musica che si tiene al Castello di Vadjdahunyad.
Agosto: dall’8 al 15 nell’isola di Obuda il Sziget Festival fra musica, spettacoli e attrazioni. Il 20 agosto è Festa nazionale e si festeggia con fuochi d’artificio.

Autunno a Budapest

A settembre il clima di Budapest è ancora molto dolce, con temperature miti e più frizzanti durante la notte. Sul finire del mese e soprattutto ad ottobre il termometro crolla e le piogge aumenta. Novembre è un mese molto freddo e possono arrivare le prime nevicate. Le terme sono un’attrattiva irrinunciabile in questo periodo dell’anno e sono anche molto suggestive con le foglie d’autunno che cadono nelle piscine all’aperto.
In questo periodo si svolgono però molti eventi.
Come vestirsi: a settembre è consigliabile vestirsi a strati perché è possibile stare in t-shirt il giorno e con giacca e maglioncino la sera. Ad ottobre abiti invernali e ancora più pesanti a Novembre dove le temperature possono scendere anche sotto zero.

Eventi in autunno a Budapest

Settembre: Festival ebraico, evento dedicato alla cultura ebraica dalla cucina alle arti; al Castello di Buda si svolge il Wine Festival e in piazza degli Eroi per un intero weekend si corre al galoppo.
Ottobre: si svolge la Design week e si svolge il mercato dell’Arte; in un weekend nel parco storico ferroviario si svolge il Festival del Maiale. Il 23 ottobre in occasione della rivoluzione contro i sovietici del 1956 si svolgono eventi. In questo mesei si svolge nel parco Kincsem l’Oktoberfest.
Novembre: si svolge il Festival del Cinema e il 13 si festeggia il Santo Patrono San Martino.

Qual è il periodo migliore per andare a Budapest

Dal punto di vista del clima il periodo migliore per andare a Budapest è quando non fa né troppo caldo, né troppo freddo, ossia a maggio, giugno e settembre. A luglio e agosto si possono trovare giornate bollenti oltre a una miriade di turisti. Nei mesi autunnali e invernali le temperature fredde e le giornate corte non sono l’ideale per girare la città sebbene novembre, gennaio e febbraio sono i mesi più economici per andare a Budapest. Dicembre con la sua atmosfera natalizia è un mese molto suggestivo per visitare Budapest.

Previous articleDiventa mamma a 74 anni: ecco come ha fatto ad avere due gemelle
Next articleMessi può lasciare il Barcellona gratuitamente a fine stagione
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.