Chi è Alessio Vinci: storia dello studente italiano morto a Parigi

Ricostruiamo meglio la vicenda che ha portato alla morte di Alessio Vinci, giovane studente di 18 anni di Ventimiglia

Alessio Vinci
(Facebook)

Studente di 18 anni iscritto al primo anno di Ingegneria Spaziale al Politecnico di Torino, Alessio Vinci è stato trovato morto il 18 gennaio vicino ad una gru alta 50 metri. La ricostruzione della sua scomparsa non è ancora tanto chiaro con la vicenda ancora avvolta nel mistero. Il ragazzo si reca a Parigi all’improvviso senza dirlo al nonno, con il quale vive: “Eppure mi ha chiamato il giorno prima e mi ha detto che sarebbe tornato presto a casa. Non c’era nessun motivo per pensare ad un suicidio”, le dichiarazioni del nonno. Il ragazzo sarebbe arrivato nella capitale francese con un treno da Torino secondo le prime ricostruzioni. Successivamente con la metro avrebbe raggiunto il Port Maillot prenotando al momento una stanza. Indossa una giacca costosa, nella notte esce e si perdono le sue tracce fino a quando viene ritrovato morto alle 7,30 del mattino.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Chi è Alessio Vinci, due messaggi da interpretare

Lo stesso giovane avrebbe lasciato due messaggi: uno scritto al nonno “il miglior genitore che avrebbe potuto avere… questa volta non tornerò più”, mentre l’altro contiene anche delle cifre difficili da decifrare: “ETP. je sais CAM 381 ASLCM”. Ancora non si è rintracciata con certezza l’interpretazione del messaggio ritrovato. Forse il giovane sarebbe stato ingannato con la falsa vincita da 144mila euro al Casinò. Infine, Alessio Vinci ha scritto anche una lettera in lingua francese:  “Non vi dirò perché ho fatto quello che l’ho”, è scritto, “Ma potrete pensare che sono solo una persona troppo stanca per continuare. Non mi arrabbierò se mi ricorderete come un giovane pazzo, me ne frego di quello che penserà la gente. Vi chiedo soltanto una cosa e io so che qualcuno lo farà. Fate vedere a tutti questo messaggio”.