Morte Alessio Vinci: spunta uno strano biglietto, cosa significa?

ragazzi morto alessio vinci
Alessio Vinci, il ragazzo morto a Parigi: era un vero portento

Morte di Alessio Vinci, spunta il biglietto scritto dal giovane di Ventimiglia morto a Parigi. Il giallo si infittisce.

Continuano le indagini sulla morte di Alessio Vinci il giovane 18enne morto a Parigi il 18 gennaio scorso finito sotto una gru all’interno di un cantiere. Alessio prima di morire avrebbe lasciato un biglietto al vaglio degli inquirenti nel quale ha lasciato scritto: “Non vi dico il perché ho fatto quello che ho fatto», si legge. «Potete considerarmi anche solo una persona stanca e poco mi importa se verrò ricordato così. Me ne fotto di quello che pensa la gente. Vi chiedo solo una cosa e so che qualcuno lo farà: fate vedere a tutti questo messaggio”.

Il biglietto è stato anche reso noto dal format Rai Chi l’ha visto? che in diretta ha chiesto l’aiuto del pubblico per cercar di decifrar e il messaggio lasciato da Alessio Vinci. Un giallo che continua a destare scompiglio e supposizioni anche tra gli inquirenti che al momento non mostrano una pista ben precisa da seguire. Stando a quanto lasciato scritto da Alessio ed alle dinamiche si potrebbe trattare di suicidio o di istigazione al suicidio, ma fatto sta che la vicenda non pare sia in dirittura di chiarificazioni.

Morte Alessio Vinci, una vicenda ancora da chiarire

Il 18 gennaio scorso Alessio Vinci perde la vita a Parigi, che sia stato suicidio? Istigazione al suicidio? Gli inquirenti non lasciano esclusa nessuna pista intanto anche il nonno di Alessio ha parlato e senza darsi una spiegazione ha dichiarato ancora una volta: “era tutto per me”, si perchè Alessio e suo nonno erano una famiglia. Dopo la morte dei suoi genitori il 18enne era andato a vivere con il nonno a Ventimiglia, che lo ha cresciuto come un padre. A 18 anni Alessio si era iscritto alla Facoltà di Ingegneria al Politecnico prima dei suoi coetanei. Tanti dubbi dietro la morte del 18enne e dietro il biglietto scritto in francese preso dal suo computer. Che sia stato scritto di suo pugno pare non vi siano dubbi, ma perche? E perchè che tutti lo potessero leggere? Ma a rendere tutto ancora più ingarbugliato il fatto che a terminare il biglietto sarebbero tre lettere, due capovolte.